Ultimo aggiornamento  21 maggio 2019 05:11

Jaguar E-Pace, il suv è compatto.

Giulia Paganoni ·

LONDRA - La famiglia dei suv Jaguar si allarga con l’arrivo di E-Pace, il modello compatto cinque posti che affianca F-Pace e I-Pace (elettrico). Il nuovo E-Pace verrà costruito nello stabilimento produttivo austriaco della Magna e avrà una responsabilità importante: emulare il successo di F-Pace.

Presentazione da Record

All’ExCel di Londra, Jaguar ha presentato il suv compatto con un’esibizione che s’inserisce nel grande libro del Guinness World Record: un salto lungo 15 metri completato da un avvitamento di 270 gradi. Una performance portata a termine da Terry Grant (lo stunt driver che aveva fatto il giro della morte con F-Pace) e studiata nei minimi particolari, ma soprattutto resa possibile dalle qualità dinamiche di E-Pace. Lungo 4.395 mm, il nuovo modello Jaguar ha un’abitabilità adatta ad accogliere cinque persone grazie al passo di 2.682 mm e alla capacità del bagagliaio di 577 litri che raggiunge i 1.234 abbassando i sedili posteriori. Questa gestione dello spazio è stata reso possibile dall’impiego delle sospensioni posteriori Integral Link compatte nelle dimensioni e di impatto nell’azione sulle forze laterali e longitudinali. Infine, per irrigidire la struttura, è stato sviluppato un sottotelaio anteriore e dei montanti più robusti per il posteriore.

Il design della tradizione

L’estetica trasmette carattere e personalità con alcuni elementi tipici della casa inglese, come la griglia frontale e il cofano bombato che fa riferimento alle auto di casa Jaguar degli anni ’60. L’aspetto sportivo è enfatizzato anche dalla possibilità di montare cerchi da 21”, è la prima vettura della sua categoria a proporlo. Si è fatto largo uso di materiali leggeri, come l’alluminio per ridurre il peso (circa 1.800kg).

Motorizzazioni Ingenium

La gamma motori comprende cinque proposte della famiglia Ingenium, tutte sviluppate e create nello stabilimento Jaguar - Land Rover del Regno Unito: due benzina 2.0 sovralimentati da 249 e 300 cavalli e i tre diesel 2.0 nelle versioni da 150 cavalli, 180 e 240 cavalli. Una novità per la casa inglese è il sistema Active Driveline All-Wheel Drive che combina aderenza e guidabilità erogando in modo proporzionato la coppia motrice. È disponibile sia con trazione anteriore che integrale, quest’ultima per i diesel 150 e 180 cavalli e il benzina da 249 cavalli.

Tecnologia e connettività

Gli interni sono riconoscibili per l’attenzione tipica di Jaguar: cruscotto in pelle morbida, sedili con impunture a contrasto e, novità assoluta, l’impiego di inserti in Noble Chrome invece del classico legno. Elegante, sportiva ma anche connessa. Nella consolle centrale è presente il display touch da 10 pollici da cui si gestiscono infotainment e configurazione del veicolo. Sono presenti quattro prese da 12 volt, cinque Usb (di cui tre per i passeggeri posteriori) e hotspot Wi-Fi 4G per connettere fino a otto dispositivi contemporaneamente. Altra novità è l’Head-Up Display con tecnologia TFT (Thin-Film Transistor) che proietta fino al 66% di informazioni in più sul parabrezza. Questo può essere abbinato all’Interactive Driver Display in HD da 12,3”. La connettività Jaguar è anche comodità, come evidenziato dall’Active Key, il bracciale impermeabile che consente di lasciare la chiave all’interno della vettura mentre si pratica sport.

Quanto costa

Il listino italiano parte da 36.800 euro. L’arrivo è previsto per il prossimo inverno. Durante i primi 12 mesi sarà proposta solo con motore diesel 2 litri a quattro cilindri da 180 cavalli o benzina da 249 cavalli abbinati alla trasmissione ZF a nove rapporti. Per i primi tre mesi, nel nostro Paese sarà disponibile solo la versione a trazione integrale a partire da quasi 40.000 euro.

Tag

E-Pace  · Jaguar  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa britannica ritorna sui suoi passi e lancia nel segmento delle familiari la XF Sportbrake. Questa volta la scommessa riuscirà?

· di Paolo Odinzov

La nuova sport utility del marchio inglese è stata sottoposta a 120 mila ore di test in condizioni estreme per provarne l'affidabilità in ogni condizione di guida

· di Paolo Odinzov

La marca di Coventry, di proprietà dell'indiana Tata, ha realizzato uno sport utility destinato a rivaleggiare sul mercato con modelli come la Bmw X1 e la Mercedes Gla