Ultimo aggiornamento  23 aprile 2019 07:53

L'Australia consola Musk.

Redazione ·

Elon Musk e la sua ennesima avventura. Questa si svolge nell'assolato sud dell'Australia dove, insieme con i francesi di Neoen, il fondatore di Tesla ha siglato un accordo per la nascita della più grande batteria a ioni di litio del mondo. 

Batteria da record

L'accordo -  confermato da Jay Weatherhill, governatore dello stato dell'Australia del sud - fa parte di un piano di investimenti da 550 milioni di dollari e prevede la nascita di un gigantesco accumulatore, tre volte quello più grande oggi esistente e capace di raccogliere energia fino a 129MWh. Ad affiancare la mega batteria ci sarà una "fattoria del vento" realizzata da Neoen, un parco eolico capace di produrre l'energia da immagazzinare. Scopo dell'iniziativa è quello di stabilizzare le riserve di energia elettrica che potrà poi essere distribuita alla rete con uniformità.

La sfida di Elon

L'impianto sorgerà nelle vicinanze della cittadina di Jamestown, 200 chilometri a nord est di Adelaide, famosa soprattutto per ospitare, tra settembre e ottobre, una importante corsa di cavalli. A Musk le sfide piacciono e si sa. Per questo, nel siglare il contratto col governo locale, il fondatore di SpaceX ha inserito una clausola: se la batteria non sarà stata costruita e operativa in 100 giorni la sua azienda non verrà pagata. Una perdita da 50 milioni di dollari

Settimana terribile 

Con l'accordo per la super batteria Musk potrebbe essersi risollevato il morale, al termine di una settimana quanto meno difficile per Tesla iniziata  domenica, quando lo stesso Ceo aveva annunciato che - a causa di uno troppo scarso approvvigionamento di batterie- le consegne delle sue auto elettriche hanno subito un brusco rallentamento. Giovedì poi è arrivata la cattiva notizia che le Tesla non sono state inserite nell'elenco delle vetture più sicure e infine la perdita dello scettro come Casa automobilistica di maggior valore, con un saldo negativo, in termine di mercato che supera i 7 miliardi di dollari. La borsa l'ha punito.

Tag

Australia  · Elon Musk  · Neoen  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Le stazioni di ricarica Supercharger diventeranno tutte a energia pulita. Così anche le colonnine di Tesla garantiranno emissioni zero come le sue auto