Ultimo aggiornamento  18 novembre 2018 22:30

Milano capitale del car sharing.

Monica Secondino ·

Tanta acqua è passata sotto i ponti dal 2001, quando Milano è stata teatro dei primi progetti sperimentali di car sharing, il sistema di mobilità basata sul noleggio a breve termine. Oggi sono più di 3.000 i veicoli dedicati nel capoluogo lombardo, di cui il 28% elettrici. Ogni giorno sono più di 12.000 gli spostamenti effettuati, per una distanza media di 4 chilometri e un tempo medio di utilizzo di 20 minuti. 

Meno traffico

A Milano, secondo i dati dell'Agenzia per la mobilità del Comune (Amac), avvengono 5 milioni di spostamenti quotidiani, il 56% dei quali si compiono all’interno del confine comunale e il rimanente nell’area esterna. All’interno della città viene utilizzato per il 57% il trasporto pubblico, mentre all’esterno la maggior parte si svolge con mezzi privati. Numeri che spingono la municipalità a studiare nuove soluzioni per ridurre il traffico, i costi e favorire forme alternative di mobilità. In una città in cui il tasso di motorizzazione è sicuramente migliore rispetto alla media italiana, 50 veicoli ogni 100 abitanti rispetto ai 65 della media nazionale, ma ancora troppo alta rispetto alla media europea, si sta pensando al futuro sviluppando diversi progetti.

La mobilità di domani

Prima di tutto si pensa al Mobility as a service: una piattaforma unica che integri tutti i sistemi di mobilità su Milano e che quindi faciliti la ricerca di soluzioni da un unico punto di accesso.

Si sta poi provando ad ampliare il car sharing station based: il car sharing che sfrutta le stazioni fisse, che assolve esigenze specifiche di mobilità e può essere sfruttato di più e meglio. La municipalità sta anche pensando di sviluppare progetti di car sharing condominiale e corporate. Con riferimento a quest’ultimo il Comune di Milano ha lanciato un bando per la condivisione all'interno delle aziendale, con accesso all’area C e ad altre agevolazioni.

Non solo Milano

Bisogna inoltre pensare anche all’hinterland e a quei territori in cui può non valere la pena di avere una società ad hoc dedicata al car sharing. Ecco quindi che col progetto Micro car sharing si potrebbe sviluppare un car sharing  fornito da aziende che hanno la propria flotta, fatta di auto che in alcune ore o in alcuni giorni non sono utilizzate dai dipendenti. In questo modo le aziende riducono il costo della propria flotta e viene anche soddisfatto un bisogno di mobilità.

Tag

Car Sharing  · Milano  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Piano del Comune: chi metterà a disposizione la propria auto avrà diritto al parcheggio gratuito. A breve il bando di gara per la fornitura del servizio

· di Marina Fanara

Il capoluogo è uno dei tre finalisti della sesta edizione del Sump Award, il premio assegnato dalla Commissione Ue alle città più brave in pianificazione dei trasporti

· di Marina Fanara

E-Vai, l'auto condivisa di Ferrovie Nord Milano, lancia il servizio a domicilio: in 12 comuni lombardi si può avere la vettura al proprio indirizzo per andare in aeroporto

· di Redazione

Come migliorare la vita dei cittadini, dei pendolari e dei turisti. Se ne è discusso con le istituzioni in un convegno all'Automobile Club

· di Marina Fanara

Nella classifica di ICity Rate di Forum PA, il capoluogo lombardo è la città più "intelligente" del Paese e prima anche in mobilità, davanti a Venezia e Firenze