Ultimo aggiornamento  22 maggio 2019 17:17

Il mercato Usa tira ancora.

Redazione ·

Il mercato dell’auto negli Usa continua a tirare, nonostante l’aumento dei tassi di interesse in un Paese abituato a comprare a debito qualsiasi cosa. La fiducia resta alta, il tasso di disoccupazione basso, per cui gli analisti sono ottimisti:  al 31 dicembre, il secondo mercato più grande del mondo (dopo la Cina) dovrebbe chiudere con vendite a 17,1 milioni di unità. Appena sotto i 17,55 milioni dell’anno record 2016.

Giugno giù

Nel mese di giugno, le vendite sono scese del 3% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, del 2,1% nel primo semestre, fermandosi a quota 8,45 milioni. “Le vendite di giugno indicano che il mercato sta nella fase del post-picco”, ha scritto in una nota Charlie Chesbrough, senior economist and director of industry insights di Cox Automotive, "ma ci aspettiamo che il 2017 finisca vicino ai 17,1 milioni, un mercato robusto”.

Nei primi sei mesi dell’anno, le tre di Detroit hanno perso tutte qualcosa. Fiat Chrysler è scesa del 6.7%, con 1,067,362 milioni di veicoli venduti, Ford ha perso il 3.8% con vendite per 1,294,397 milioni di unità, Gm è scesa dell’1.8% con 1,413,285 milioni di veicoli venduti.

Berline in crisi

A perdere terreno sono state soprattutto le berline, al punto che analisti come Rebecca Lindland, di Kelley Blue Book, paragona il caso al calo delle vendite avvenuto a suo tempo per i minivans. La Lindland si attende decisioni forse drastiche (“hard decisions”) da parte dei costruttori di casa su produzione e commercializzazione di alcuni modelli.

Nel mese di giugno, marchi stranieri sono andati molto meglio di quelli di Detroit. Volkswagen ha incrementato le vendite del 10,8%, Subaru dell’11.7%, Toyota del 2,1%.

Tag

Auto Usa  · FCA  · Ford  · Gm  · 

Ti potrebbe interessare

· di Felipe Munoz

Le incertezze economiche, la concorrenza sempre più agguerrita, i rischi (e le opportunità) della politica dei dazi. Cerchiamo di capire cosa può succedere al di là dell'Atlantico

· di Luca Bevagna

In Italia le immatricolazioni salgono meno dei mesi passati e si fermano a un +5,9%. Corrono le ibride, stop al metano. In evidenza Peugeot e Toyota

· di Redazione

Una ricerca conferma: gli statunitensi sono disposti a spendere fino a quasi 5.000 euro in più sulla loro auto, per usufruire dei diversi livelli di autonomia

· di Paolo Borgognone

Il Minnesota potrebbe aggiungersi ad altri dieci stati che già tassano le macchine a batteria. I ricavi destinati alla manutenzione delle strade