Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2019 19:24

Mercedes Classe E Cabrio, scoperta hi-tech.

Luca Gaietta ·

E’ il quinto modello della “famiglia” dopo berlina, station wagon, All Terrain e coupé. Proprio da quest’ultima la nuova Mercedes Classe E Cabrio riprende la silhouette: stesse proporzioni e un design esclusivo, riconoscibile per particolari nello stile come la mascherina Matrix, i fari a led high performance di serie, il cofano motore con le linee longitudinali che i tedeschi chiamano powerdome e i finestrini senza cornice completamente reclinabili.

Più grande e più bassa

Coperta da una capote in tela insonorizzata e termoisolata, capace di chiudere il mondo fuori e che sparisce all’occorrenza in 20 secondi, la Classe E Cabrio è cresciuta rispetto al modello precedente di 123 mm in lunghezza, 74 mm in larghezza e 113 mm nel passo, a vantaggio dell'abitabilità. Ed è più bassa nell’altezza da terra, rivelando già con i cerchi da 17 pollici offerti di serie un assetto sportivo.

Tre motori con cambio automatico

La tedesca proporrà al debutto in Italia, previsto a metà luglio con un listino a partire da 62.510 euro, tre motorizzazioni: due diesel e un benzina per una potenza da 194 a 333 cavalli. Tutte dotate della funzione Eco start/stop, anche in combinazione con la trazione integrale permanente 4Matic, e associate al cambio automatico a 9 marce 9G-Tronic.

Scoperta nel futuro

Tra gli highlights la nuova Classe E Cabrio vanta il sistema frangivento elettrico Aircap, il riscaldamento per la zona della testa Airscarf e una particolare pelle Uv-riflettente che le permettono di offrire il piacere di una guida open-air in ogni condizione climatica. Il dispositivo Magic Vision Control permette su questa vettura la pulizia dei vetri durante la marcia a cielo aperto, mentre dotazioni esclusive, tra cui il parcheggio autonomo attivabile a distanza, la comunicazione car-to-x, le sospensioni pneumatiche Air Body Control e la plancia con widescreen, ne fanno un punto di riferimento hi-tech.

Tag

Classe E  · Mercedes  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giulia Paganoni

Un giorno in viaggio per 1.200 chilometri al volante dell'auto tedesca. Mettendo alla prova sistemi di assistenza alla guida e tecnologia imbarcata

· di Redazione

Il servizio Croove di car sharing tra privati si estende anche a Berlino. Quando non si utilizza l'auto, si può noleggiare a privati guadagnando qualcosa