Ultimo aggiornamento  06 dicembre 2019 14:03

Autonome, tempo di alleanze.

Patrizia Licata ·

L'alleanza tra le tedesche ZF e Hella per lo sviluppo di sistemi di guida autonoma si arricchisce di un nuovo partner, il produttore americano di chip Nvidia. I due fornitori europei di componenti per auto avevano annunciato solo pochi giorni fa un accordo strategico per sviluppare insieme sensori e telecamere che i costruttori potranno usare per veicoli con elevate forme di assistenza alla guida e ora portano nel gruppo un alleato fondamentale, perché possiede tecnologie di intelligenza artificiale.

Automazione a prova di test

Lo scopo dell'accordo (non esclusivo) tra ZF e Hella è creare sistemi per l'automazione di livello 3 (dove molte funzioni sono svolte dalla macchina anche se il conducente deve essere in grado di assumere il controllo del veicolo quando necessario) in grado di superare i test europei che certificano la sicurezza dei nuovi veicoli messi in commercio. I sistemi di intelligenza artificiale di Nvidia potenziano la capacità di creare un ambiente sicuro. La vendita ai costruttori dei sensori e delle telecamere ZF-Hella per la guida autonoma è prevista nel 2020; le due aziende non escludono di estendere la collaborazione anche ai sistemi radar.

Nvidia per tutti

Grazie alle sue tecnologie di intelligenza artificiale, machine learning e deep learning, Nvidia colleziona alleanze con le aziende dell'automotive. La società californiana ha appena annunciato una collaborazione con Volvo e il produttore di sistemi di sicurezza per auto Autoliv, cui fornirà la sua piattaforma Drive PX in-car AI che verrà integrata nel software per i veicoli a guida autonoma della Casa svedese, in vendita nel 2021.

Nvidia ha anche esteso l'accordo che aveva con Volkswagen: le sue tecnologie di intelligenza artificiale saranno usate non solo per le Audi autonome che saranno pronte nel 2020 ma anche per un'offerta di servizi Volkswagen per la mobilità, come l'ottimizzazione dei flussi di traffico urbani per ridurre congestione sulle strade e incidenti. Volkswagen e Nvidia apriranno insieme anche un centro, il VW Data Lab, per sostenere le start up del settore mobilità.

Un nuovo ruolo per l'autonoleggio

Intorno alle tecnologie per la guida autonoma si sta sviluppando un'intera industria, cui partecipano aziende di settori diversi. Lo dimostrano altre due notizie delle ultime ore: Apple si è rivolta alla Donlen, sussidiaria della Hertz, per noleggiare tre Lexus ibride con cui proverà su strada (in California) il suo sistema per la guida autonoma. La rivale dell'autonoleggio Avis ha invece siglato un accordo con Waymo per la gestione delle Chrysler Pacifica autonome che la divisione di Google sta testando a Phoenix (Arizona). I veicoli sono di proprietà di Waymo ma saranno parcheggiati presso le concessionarie Avis che fornirà anche servizi di manutenzione. E' il primo contratto del genere ed è prevedibile che farà da apripista. 

Tag

Apple  · Nvidia  · Volvo  · Waymo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Più di 50 aziende al lavoro per portare sul mercato il primo modello driverless: secondo gli analisti, tranne 3 o 4, saranno tutte eliminate dalla gara

· di Carlo Cimini

Uno studio del programma Automotive & Transportation Growth stima che il mercato globale dei veicoli driverless varrà, nel 2025, 74 miliardi di euro