Ultimo aggiornamento  17 settembre 2019 04:21

Peugeot 308, francese d'assalto.

Valerio Antonini ·

Oltre 150 chilometri di test drive alla guida della seconda serie della Peugeot 308, la berlina con cui il marchio francese va di nuovo all'assalto del segmento C (quasi il 40% delle vendite globali in Europa). Diverse le novità rispetto al modello precedente, che riguardano principalmente il design degli esterni, le connettività e le motorizzazioni. Sono ben sette i livelli di allestimento previsti: Access, Active, Business, Allure, Gt Line, Gt e Gti (dalla cromatura esclusiva blu magnetico e nero perla). La nuova Peugeot 308 sarà disponibile in dieci tinte di carrozzeria diverse. Lancio commerciale a settembre, prezzi ancora da definire.

Bella, tecnologica, sicura

Le modifiche più visibili riguardano il frontale, che si è evoluto molto rispetto alla prima serie: calandra più robusta, cofano rivisto con linee maggiormente affusolate, nuovi gruppi ottici e proiettori alogeni (full led di serie nelle versioni Gt della gamma), più in basso un nuovo scudo e tre generose aperture che contengono i fendinebbia ai lati.

Nel posteriore maschera a filtro scuro per le luci sul retro che restano accese sempre, mentre i fascioni paracolpi rafforzano la coda. Nuovi i cerchi da 16 pollici per la linea Access, nero diamantato da 18” per l’allestimento Allure (il più richiesto nella prima serie) e in lega da 19” per la Gti (abbinati a pneumatici Michelin Pilot Super Sport). Il volante è piccolo e sportivo, così come l'impostazione del posto di guida I-Cockpit con il quadro strumenti rialzato. Il touch screen, di ultima generazione, è più reattivo e facile da usare, il servizio Mirror Screen riflette sullo schermo le applicazioni del proprio smartphone.

L’offerta di connettività è aumentata con i servizi di navigazione e guida assistita: sono stati integrati nella 308 i sistemi di sicurezza attivi già introdotti sui nuovi suv Peugeot 3008 (auto dell’anno 2017) e 5009 come, tra gli altri, la frenata automatica di emergenza (Active Safety Break), il sistema che rileva il superamento delle linee fisse di demarcazione della strada (Active Line Departure Warning) e il VisioPark a 180 gradi che agevola la retromarcia.

Per tutti i gusti

Nella sessione di prove abbiamo guidato la Peugeot 308, nelle versioni Diesel BlueHdi 180, caratterizzato dal nuovo cambio automatico a otto rapporti, sviluppato in collaborazione con la giapponese Aisin, e nella versione Gt e Gt Line, dal carattere più sportivo della gamma con allestimento Allure, equipaggiata con motori a benzina PureTech a iniezione diretta.

Nel complesso le sensazioni alla guida della nuova 308 sono buone: l’itinerario ricco di curve e sali-scendi non era l'ideale per il cambio automatico a 8 rapporti, più utile nelle arterie ad alto scorrimento che tra le montagne dell’Austria, mentre il propulsore diesel si accendeva (come tutti i turbo) una volta superati i 2.000 giri. Più grintosa negli stretti tornanti la versione Gt Line, con assetto ribassato. Per tutte le motorizzazioni, il costruttore dichiara meno consumi ed emissioni, mediamente del 5%.

Tag

308  · Peugeot  · Prova su strada  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La Casa francese ha presentato una particolare versione della sua best seller distinta che offre di serie dotazioni per esaltare confort e sicurezza

· di Luca Gaietta

La factory di Milano ha realizzato una one-off sulla base della berlina Peugeot che eredita contenuti estetici e meccanici dalle vetture da competizione

· di Carlo Cimini

La Casa francese rinnova il suo modello "multispazio": disponibile in diverse versioni, ha a bordo, tecnologia e sicurezza. Prezzi a partire da 30 mila euro

· di Luca Gaietta

Aggiornamento di mezza vita per la seconda generazione della berlina francese. Interventi sul design, nuovi contenuti hi-tech e un inedito motore diesel