Ultimo aggiornamento  12 novembre 2019 16:51

34° Rally Marca, tris di Albertini.

Chiara Iacobini ·

Terzo atto del Campionato Italiano Wrc. Sulle strade infuocate della zona di Valdobbiadene, patria del Prosecco, con temperature che si aggiravano costantemente intorno ai trentotto/quaranta gradi, si è corso il 34° Rally della Marca, gara organizzata dal Motor Group di Montebelluna. Il giro di boa del tricolore Wrc, complessivamente previsto su sei gare, è stato bello e combattuto dal primo all’ultimo chilometro, con i due principali protagonisti della gara, i bresciani Stefano Albertini e Danilo Fappani, Ford Fiesta Wrc, e i veneti Marco Signor e Patrick Bernardi, Ford Fiesta Wrc, che si sono giocati la vittoria sul filo dei secondi.

Tre su tre

Alla fine a vincere sono stati proprio Albertini e Fappani che con questo terzo successo consecutivo, su tre gare della serie disputate, hanno posto una seria ipoteca sul Campionato Italiano Wrc. Signor e Bernardi si sono invece arresi proprio nelle ultime fasi di gara terminando con soli 11”8 di distacco.

Lotta ravvicinata anche per il terzo gradino del podio tra il lariano Paolo Porro, con Paolo Cargnelutti su Ford Focus Wrc, e l’altro pilota di Como Corrado Fontana, in coppia con Nicola Arena su una Hyundai i20 Wrc. Alla fine l'ha spuntata Fontana, con l’avversario rallentato in maniera decisiva da una foratura, nell’ultimo tratto cronometrato, che lo ha ricacciato in sesta posizione dell’assoluta.

Gli altri al traguardo

Dietro ai primi tre, racchiusi comunque tutti in 30”, i distacchi si sono dilatati, con l’altra Ford Fiesta Wrc del giovane molisano Giuseppe Testa, in coppia con Massimo Bizzocchi, che ha chiuso quarto ma con un ritardo di oltre 1’30”. Per quanto riguarda le vetture della categoria R5 duello tra Skoda Fabia, quelle del pilota di Schio Efrem Bianco navigato da Dino Lamonato, per altro sempre al comando della categoria e finito nettamente davanti, e del bresciano Ilario Biondoni, in coppia con Elia Ungaro, ancora una volta tra i più veloci della serie. I due sono terminati al quinto ed all’ottavo posto. Tra loro si sono piazzati, oltre allo sfortunato Paolo Porro, anche il bresciano “Pedro” ed il toscano Emanuele Baldaccini, quest’ultimo giunto alla 100esima gara della sua carriera, con la loro Hyundai i20 Wrc. Buone anche le prove dell’italo-svizzero Stefano Baccega, in coppia con Luca Oberti su Ford Fiesta R5, e quella di Antonio Forato, con Ivan Gasparotto, Peugeot 208 T16, terminati al nono ed al decimo posto dell’assoluta.

Bersagliati dalla sfortuna

Tra i protagonisti sfortunati, un posto di riguardo va sicuramente a Simone Miele con Davide Castiglioni, Citroen DS3 Wrc. Il lombardo, protagonista assoluto delle prime fasi di gara, ha pagato con il ritiro un banale errore durante la quarta speciale. Poca fortuna anche per Manuel Sossella con Gabriele Falzone, Ford Fiesta Wrc, ritiratosi per la seconda gara consecutiva causa grossi problemi alla sua vettura. Sfortuna anche per il toscano Rudy Michelini, in coppia con Michele Perna, ritiratosi a causa di una piccola serie di guai, in una gara che lo vedeva al debutto stagionale su una Ford Fiesta Wrc.

Tra gli iscritti alla Suzuki Rally Cup la vittoria finale è andata all’ under 25 piacentino Giorgio Cogni, affiancato da Andrea Tumaini, dopo una bella lotta con il parmense Simone Rivia, insieme a Carlo Guadagnin. Alle spalle delle prime due Swift R1B, quella dell’aostano Corrado Peloso insieme a Massimo Filippo Iguera.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

I protagonisti del tricolore si sfidano dall'11 al 13 ottobre nel 36esimo Rally Due Valli, ultima gara della stagione. In lizza quattro equipaggi per la vittoria finale

· di Chiara Iacobini

Il 42esimo 1000 Miglia inaugura il campionato italiano col via dal lungolago di Salò. In totale alla gara sono iscritti 101 equipaggi. Albertini da battere