Ultimo aggiornamento  15 novembre 2019 08:21

Jaguar, in arrivo l'E-Pace.

Paolo Odinzov ·

Prosegue l’offensiva della Jaguar nel segmento degli sport utility. La marca di Coventry presenterà il 13 luglio l’E-Pace: un nuovo suv a elevate prestazioni, in vendita tra breve con un listino base di 36.800 euro, caratterizzato da dimensioni estremamente compatte e dotazioni tecnologiche destinate a renderlo un punto di riferimento nella categoria per sicurezza e connettività.

Una meccanica per andare ovunque

Sviluppato prendendo spunto dalla F-Pace, che nel precedente anno fiscale ha contribuito ad aumentare le vendite Jaguar dell’83%, e dalla concept elettrica I-Pace, che sarà prodotta a partire dal 2018, l’E-Pace potrà contare nella meccanica sulla trazione integrale AWD e su una gamma di motorizzazioni benzina e diesel della famiglia Ingenium. Potrà, così, marciare senza problemi su ogni tipo di fondo stradale, garantendo performance elevate e massima efficienza.

Sfida a Bmw, Audi e Mercedes

“La combinazione tra un design sportivo e le tipiche prestazioni Jaguar permetterà alla E-Pace di primeggiare nel suo segmento” ha dichiarato Ian Callum, Jaguar director of design. Secondo la Casa, il nuovo tuttoterreno inglese è destinato a conquistare un vasto pubblico grazie alla estrema versatilità, unita a un design personale capace di renderlo riconoscibile fin da lontano rispetto alle numerose competitor sul mercato: prime fra tutte l'Audi Q3, la Bmw X1 e la Mercedes Gla.

Tag

Jaguar  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa britannica ritorna sui suoi passi e lancia nel segmento delle familiari la XF Sportbrake. Questa volta la scommessa riuscirà?

· di Giulia Paganoni

Presentato a Londra il nuovo modello del marchio inglese. Si aggiunge a F-Pace ed I-Pace, arriverà in inverno con prezzi a partire da 36.800 euro

· di Paolo Odinzov

La nuova sport utility del marchio inglese è stata sottoposta a 120 mila ore di test in condizioni estreme per provarne l'affidabilità in ogni condizione di guida

· di Colin Frisell

Nel giorno dell'inizio della trattativa Londra-Bruxelles, il gruppo dell'auto promette l'assunzione di 5.000 nuovi dipendenti in un anno. Ma vuole garanzie