Ultimo aggiornamento  22 ottobre 2019 08:23

Neumann (Opel) lascia. E raddoppia?

Redazione ·

Karl-Thomas Neumann, numero uno di Opel, è arrivato al capolinea dopo la recente acquisizione della controllata europea della Gm da parte del gruppo Psa per 2,2 miliardi di euro. La notizia, anticipata dalla Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, è stata confermata dalla Opel a distanza di ventiquattr'ore : Neumann lascia, pur restando nel board fino a fusione avvenuta.  Al suo posto è stato nominato Michael Lohsscheller, l'attuale direttore finanziario.

Silenzio di Opel

Il processo di acquisizione per il quale manca l’ok dell’antitrust dovrebbe terminare entro il 31 luglio, accelerato da Carlos Tavares, Ceo di Psa. Nel marzo scorso, subito dopo l’accordo fra Tavares e Mary Barra, capo di Gm cui Opel apparteneva, Neumann disse in una intervista di restare al suo posto perché notava “un grande rispetto reciproco” da parte di Tavares.

Una Ampera-e per il Papa

Le cose potrebbero però essere cambiate. Abbiamo incontrato Neumann due settimane fa a Roma, dove è venuto a donare una Opel Ampera-e a Papa Francesco. Il top manager era stato molto cauto nel dare giudizi sull’operazione, giudicandola positiva ma senza sbilanciarsi su che cosa diventerà Psa-Opel. Preferendo parlare con più scioltezza di altri futuri, dai taxi-robot all'elettrificazione dell'industria delle quattro ruote.

Ceo dal 2013, ex Volkswagen

Neumann è diventato Ceo di Opel nel 2013. Proviene dalla Volkswagen, dove non si può escludere che possa tornare se davvero lascerà il quartier generale di Russelsheim, visto le grandi manovre in corso a Wolfsburg, ancora per gli effetti non finiti dello scandalo dieselgate. Secondo la Reuters, Neumann potrebbe addirittura andare a capo di Audi, il marchio del lusso. Dove all'attuale Ceo Rupert Stadler è stato tuttavia appena esteso il mandato per cinque anni.

Tag

Gm  · Opel  · PSA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Consegnata al Santo Padre una Ampera-e: è il primo passo verso l'obiettivo di rendere la Città del Vaticano “Co2 Free” entro il 2020

· di Redazione

È quanto Psa pagherà a Gm per acquisire la sua divisione europea attività finanziarie comprese, in rosso da 16 anni. Nasce il secondo gruppo europeo dopo Volkswagen