Ultimo aggiornamento  23 luglio 2019 02:32

Tesla, che futuro ci aspetta.

Patrizia Licata ·

Dieci se non venti nuove fabbriche, un crossover ed energia elettrica per tutti: questi gli annunci del Ceo Elon Musk alla riunione annuale degli azionisti di Tesla. Anticipazioni da prendere con il dovuto beneficio di inventario: è la stessa azienda californiana a ricordare che "Le presentazioni fatte allo shareholder meeting contengono previsioni sul business futuro basate sulla situazione attuale, ma i cui sviluppi potranno essere differenti, dati i rischi e le incertezze sul mercato". Ma intanto Musk, come riporta la stampa Usa, ha preso alcuni precisi impegni.

Mai più "uovo di Fabergé"

Si comincia con la costruzione di nuovi stabilimenti produttivi: Tesla ha oggi 4 modelli di super car elettriche, in vendita o in fase di sviluppo, e secondo Musk ci sarà bisogno di 10 o, nell'ipotesi più ottimistica, 20 nuove fabbriche per tenere il passo con la domanda. La Model 3, la prima auto Tesla per il "mercato di massa", sarà in vendita a fine anno, ha confermato il Ceo, svelando che i pre-ordini hanno toccato quota 400.000. "Sarà un'auto molto semplice: con la Model X abbiamo esagerato, è super-cool, ma abbiamo creato una specie di uovo di Fabergé delle macchine. Non lo faremo più".

Un Suv nel 2019

In cantiere c'è anche l'arrivo di uno sport utility compatto, la Model Y: sarà in vendita dal 2019 e Tesla è convinta che diventerà il suo maggior successo commerciale, capace di giustificare l'espansione degli impianti di produzione. Il suv avrà dimensioni inferiori alla Model X ma maggiori rispetto alla Model 3 e un'architettura completamente nuova che garantirà miglioramenti rispetto ai veicoli già esistenti. Anche il sistema Autopilot per la guida automatizzata verrà reso ancora più efficiente e sicuro. In vista c'è anche una Tesla Semi: un furgone che l'azienda sta disegnando accogliendo i suggerimenti di esperti del settore. Maggiori dettagli saranno svelati a settembre.

La magia di Musk

Nel parlare con gli azionisti Musk si è soffermato sulle attività di Tesla nel settore elettrico: non solo auto a batteria ma pannelli solari e unità di stoccaggio dell'energia per edifici. "Abbiamo una soluzione a trecentosessanta gradi e il nostro potrebbe diventare un business globale, possiamo arrivare a fornire energia a un intero continente", ha detto il Ceo. Concentrando su di sé l'attenzione come è suo costume con roboanti annunci ed eccentriche performance, Musk ha sviato l'attenzione dalle questioni interne: gli azionisti premevano per rendere il Cda di Tesla elettivo (e quindi più indipendente), ma alla fine hanno lasciato le cose come stanno. Ma chi ricorderà questo dettaglio? Abilmente Elon Musk ha scherzato sulla sua controversa Boring Company (quella con cui vorrebbe scavare un sistema di tunnel sotto Los Angeles) definendola "solo un hobby", e giustificato la sua abitudine di mandare tweet in tarda serata con contenuti a volte "estrosi": "Sapete com'è, con un po' di vino rosso, e un giradischi d'annata...tutto diventa magico".

Tag

Boring Company  · Elon Musk  · Model 3  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Gli investitori credono nell'auto elettrica e autonoma: a Wall Street l'azienda di Musk capitalizza 48,7 miliardi di dollari, dietro (ma vicino) solo alla Gm

· di Flavio Pompetti

Musk presenta i risultati del quarto trimestre 2016 con una perdita per azione superiore alle attese, ma conferma la produzione del nuovo modello dal prossimo luglio