Ultimo aggiornamento  26 aprile 2019 15:45

Alpine A110, debutto italiano.

Luca Gaietta ·

Sono passati ventidue anni dall’ultimo modello prodotto dalla Alpine, piccola azienda dedita alla costruzione di berlinette sportive, vestite con una carrozzeria in vetroresina, fondata nel 1955 da Jean Rédelé: un appassionato di corse, figlio del proprietario della concessionaria Renault di Dieppe (Alta Normandia).

Protagonista a Torino

Tornata in vita per volontà della Renault, proprietaria del marchio, la Casa francese fa adesso il suo rientro nel panorama automobilistico internazionale con la nuova A110. Una vettura, presentata in anteprima mondiale allo scorso Salone di Ginevra, che si è fatta ammirare per la prima volta dal pubblico italiano sugli spalti del Salone dell’Auto di Torino - Parco Valentino, nella esclusiva versione A110 Première Edition prodotta in 1.955 esemplari.

Prova a sfidare l'Alfa 4C

In vendita nelle concessionarie a fine anno, con un listino intorno ai 60 mila euro, la Alpine A110 misura nella lunghezza 4.178 mm, vanta una struttura ultraleggera che le permette di contenere il peso in soli 1.080 chilogrammi ed è capace di prestazioni tali da metterla in diretta concorrenza con vetture a tutta grinta come ad esempio l’Alfa Romeo 4C.

Dotazioni da pista

Progettata in collaborazione con il centro tecnico di Renault Sport, impiega un motore turbo 4 cilindri di 1.8 litri per 252 cavalli, sistemato centralmente e associato alla trazione posteriore, grazie al quale raggiunge i 250 chilometri orari di velocità massima e accelera da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi. Il tutto, offrendo una estrema guidabilità, ottenuta adoperando dotazioni meccaniche da pista, tra cui una trasmissione a doppia frizione (DCT) Getrag a bagno d’olio e 7 rapporti, unite alla spiccata aerodinamica della carrozzeria con un Cx pari a pari a 0,32, tra i più bassi nel segmento. Tutto pronto per i cordoli.

Tag

Alpine  · Novità  · Parco Valentino  · Salone di Torino  · Torino  · 

Ti potrebbe interessare

· di Lina Russo

Due immagini e un nome: è quasi tutto qui, quello che Renault ha anticipato sulla nuova creatura del suo marchio sportivo, che sarà presentata a Ginevra