Ultimo aggiornamento  18 ottobre 2019 10:58

Sweptail, una Rolls-Royce da 10 milioni.

Valerio Antonini ·

Un facoltoso appassionato del marchio Rolls-Royce, di cui per ora non si conoscono le generalità, ha festeggiato sul lago di Como l’acquisto del suo gioiello più prezioso. Si chiama Sweptail ed è una berlina extra-lusso realizzata su commissione per la cifra record di 10 milioni di sterline, quasi 11 milioni e mezzo di euro.

36 mesi di impegno

La vettura - realizzata in 3 anni di lavoro nelle officine del reparto Bespoke della Casa inglese, quello che si occupa appunto degli ordini milionari - è stata presentata da Torsten Müller-Ötvös, Ceo di Rolls-Royce, nella suggestiva cornice di Villa d’Este durante l’annuale “Concorso d’eleganza”, la kermesse che espone e premia le auto dallo stile e design esclusivi. Senza dubbio, la Rolls-Royce Sweptail ha tutto quello che si può desiderare sotto ogni punto di vista, dalla perfezione delle linee che richiamano modelli creati negli anni ‘20 e ’30, al lusso e alla cura degli interni realizzati con finiture a mano. Si tratta di un veicolo unico nel suo genere, ma è anche un esempio di quello che Rolls-Royce sta preparando per il futuro: sempre maggiore spazio alle richieste di personalizzazione per esaudire ogni desiderio dei clienti più affezionati (e ricchi).

Linea classica

La richiesta per il progetto della Sweptail è arrivata nel 2013 e il team di ingegneri guidato da Giles Taylor ha iniziato una stretta collaborazione con il committente (il cosiddetto contemporary coachbuilding) per creare la vettura da zero, in piena sintonia con il futuro proprietario. I requisiti richiesti erano tre: due posti nell’abitacolo, tettuccio di cristallo, stile sportivo e ricercato, derivato dalle fuoriserie del primo dopoguerra come la Phantom II Streamline Saloon by Park Ward o la Park Ward 20/25 Limousine Coupé. Il risultato finale è una perla di rara bellezza.

Tetto di cristallo

Il design degli esterni ha la tipica squadratura delle linee tradizionali Rolls-Royce, morbide ma perfettamente rettangolari, frontale con la griglia Phanteon più pronunciata rispetto ai veicoli di serie, retro con la coda appuntita che riprende il tema delle imbarcazioni di lusso. La scocca è tutta in alluminio rinforzato, materiale molto costoso che ne giustifica il prezzo finale. Il tetto in cristallo brillantato, dalle dimensioni mai viste prima in nessuna top car, è il fiore all’occhiello di tutto il lavoro. Crea una particolare luminosità che esalta gli interni dell’abitacolo. Per le finiture sono stati scelti legni pregiati, abbinati a pellami costosissimi. La zona posteriore riservata ai bagagli è suddivisa da una mensola di legno in stile navale e un vetro che divide gli spazi. L’orologio di bordo è stato realizzato con sezioni lavorate di legno Macassar, così sottili da permettere alla luce di illuminarne i numeri.

Unica in ogni senso

Per sottolineare l’esclusività del progetto, Rolls-Royce ha creato due zone segrete nella Sweptail. La prima, nelle portiere, nasconde borse su misura in pelle, legno e carbonio; la seconda, nella console centrale, ha un pulsante che permette l’apertura di un vano con due calici personalizzati e una bottiglia di champagne. Ovviamente la marca preferita del proprietario. 

Tag

Como  · Rolls Royce  · Sweptail  · Torsten Müller-Ötvös  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

L'ultima edizione speciale dalla cabriolet britannica, sembra ispirata per la carattrizzazione estetica al celebre presonaggio della saga di George Lucas

· di Colin Frisell

Gli operai della Casa inglese hanno lavorato gratis 400 ore per regalare ai bambini di un ospedale pediatrico la Rhs, un'auto nata per alleviarne le sofferenze