Ultimo aggiornamento  17 novembre 2019 00:51

Autonome, arrivano i supertest.

Paolo Borgognone ·

Il futuro potrebbe essere veramente dietro l'angolo. Almeno per le auto driverless. Lo sostengono alla Michigan University di Ann Arbour dove un gruppo di ricercatori avrebbe trovato il sistema per abbattere del 99,9% il costo e i tempi necessari per testare su strada le vetture senza conducente. 

Tanti chilometri in meno

Il processo che avrebbero messo a punto gli studiosi si basa sulla segmentazione delle situazioni di guida in condizioni reali in tante componenti differenti: isolando quelle più significative si riuscirebbe ad  esercitare meglio e più rapidamente l'intelligenza artificiale per prepararla alle condizioni di traffico sulle strade pubbliche. Con l'aiuto anche dei calcoli matematici e di quelli sulla probabilità che si manifesti un preciso evento, queste diverse componenti possono essere simulate e riprodotte all'infinito, realizzando così un test mirato solo a quella determinata condizione, evitando tempi morti e chilometri girati a vuoto. Con l'applicazione di questo sistema, dicono ad Ann Arbour, 1.000 miglia di test di guida possono valere dalle 300.000 a 100 milioni di miglia percorse seguendo gli attuali standard. 

11 miliardi di miglia 

100 milioni di miglia può sembrare una cifra esagerata ma - secondo gli esperti - non si avvicina neanche a quella necessaria per completare i test alle attuali condizioni. Per raggiungere l'obiettivo di convincere l'80% del pubblico di essere al sicuro dagli incidenti su una vettura guidata da un robot - dicono alla Michigan University - servirebbero qualcosa come 11 miliardi di miglia: una percorrenza che potrebbe richiedere 10 anni di test, 24 al giorno e con un numero eccezionale di auto.

Sistema veloce e conveniente

Per mettere a punto  il loro sistema i tecnici hanno analizzato dati raccolti da due progetti dell'Università del Michigan che hanno, in complesso, coinvolto 3.000 volontari nel corso di due anni e hanno visto percorrere oltre 25 milioni di miglia in auto. "Il nostro metodo - afferma Huey Peng, uno dei ricercatori che ha lavorato allo studio - è estremamente utile. Se l'industria non si muove, il processo di test della guida autonoma richiederà ancora tanti anni e, soprattutto, tantissimi soldi".

Tag

Auto robot  · Michigan University  · Test  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Il ministero dei Trasporti autorizzerà le sperimentazioni su strade pubbliche di veicoli a guida autonoma. Basterà per mettersi al passo con Silicon Valley?

· di Redazione

Una ricerca conferma: gli statunitensi sono disposti a spendere fino a quasi 5.000 euro in più sulla loro auto, per usufruire dei diversi livelli di autonomia

· di Redazione

Con l'arrivo di Wheego e Valeo salgono a 17 le compagnie accreditate per i test di auto senza guidatore nello Stato americano della costa occidentale