Ultimo aggiornamento  17 febbraio 2020 10:55

Volkswagen compie 80 anni.

Giulia Paganoni ·

Sono passati 80 anni dall'atto ufficiale - datato 28 maggio 1937 - che sanciva la nascita della Volkswagenwerk, cioè la fabbrica dell’auto per il popolo. Oggi il gruppo Volkswagen ha raggiunto obiettivi importanti diventando, nel 2016, il leader mondiale delle vendite, con 10,3 milioni di unità. E i suoi programmi per il futuro sono ancora più ambiziosi.

L'auto del popolo

Fin dal 1935 Hitler in persona aveva preteso che si studiasse un'auto solida ma economica, per motorizzare anche i ceti meno abbienti in Germania, seguendo l'esempio di quello che Henry Ford aveva fatto negli Stati Uniti. Fu lui stesso a porre la prima pietra per la costruzione della fabbrica a Wolfsburg, non lontano da Hannover: il progetto venne affidato a Ferdinand Porsche e subito entrò in produzione la Typ 1, antesignana del Maggiolino. Un’auto accessibile alle masse, solida, in grado di far viaggiare cinque persone alla velocità massima di 100 km/h.

Presentata al Salone di Berlino del 1939, della Typ 1 si fece in tempo a costruirne soltanto 650 esemplari. La produzione si interruppe dopo pochi mesi, a causa delle vicende belliche della seconda guerra mondiale e venne ripresa soltanto nel 1948, grazie soprattutto all'inglese Ivan Hirst e al figlio di Porsche, Ferdinand Anton. Il Maggiolino, come è stato conosciuto sin dal primo dopoguerra è una delle auto più vendute nel mondo, con oltre 21 milioni di esemplari prodotti, costruito ancora oggi in chiave moderna. 

Storia di un successo

A quest’auto fece seguito nel 1974 la best seller per eccellenza del marchio tedesco: la Golf (33.312.123 unità vendute a fine 2016).  Il successo portò il gruppo Volkswagen ad allargarsi con l’acquisizione di Auto Union (Audi) nel 1965 seguita poi da Seat nel 1986, Škoda nel 1994, Bentley, Bugatti e Lamborghini nel 1998 e nel 2012 entrando in possesso del 100% di Porsche. Oltre al settore automobilistico, fanno parte del Gruppo anche Scania (camion), i truck di Man e le due ruote di Ducati. Oggi il gruppo è proprietario di 12 marchi, ha 120 sedi con 620 mila dipendenti. 

Elettrica per tutti 

I piani futuri di Volkswagen sono contenuti nella Together Strategy 2025, nella quale si fissa l’obiettivo di vendere tra i 2 e i 3 milioni di veicoli elettrici entro il 2025 con più di 10 modelli elettrificati nei prossimi due anni e, nel complesso, oltre 30 nuovi veicoli a batteria. Volkswagen così vuole essere ancora una volta il gruppo che rende accessibile a tutti l’auto (e la mobilità), questa volta elettrica.  

Tag

Germania  · Maggiolino  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Enrico Artifoni

Nel 2016 sono aumentate a 10,3 milioni di veicoli, +3,8% sul 2015 anno dello scandalo Dieselgate. Primato Toyota nel mirino del gruppo tedesco