Ultimo aggiornamento  22 maggio 2019 06:37

Geely compra Proton (e Lotus).

Paolo Borgognone ·

Espansione cinese in Malesia. Geely, la società già proprietaria di Volvo, ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il colosso Dbr-Hycom per l'acquisizione del 49,9% delle azioni del marchio di auto malese Proton. Contemporaneamente la società di Hong Kong ha annunciato che acquisirà il 51% delle azioni della Lotus, oggi nella mani di Proton.

Accordi internazionali 

L'accordo annunciato da Geely - di cui non sono stati diffusi i particolari e che si concretizzerà con le firme nel prossimo luglio - rientra nel più ampio quadro di collaborazione in campo economico tra la Cina e la Malesia recentemente siglato. In ogni caso, ha sottolineato Johari Abdul Ghani, vice ministro dell'economia di Kuala Lumpur, Proton rimarrà malese.

Il produttore auto dello stato di Selangor è considerato un pezzo di orgoglio nazionale e simbolo dell'indipendenza della Malesia, raggiunta nel 1963. Sono comunque molti anni che il governo locale sta cercando un partner per sostenere l'industria nazionale, che possiede sul territorio due stabilimenti capaci di una produzione complessiva di 400.000 vetture l'anno ma che stanno lavorando al di sotto delle loro possibilità. Altri marchi internazionali, come Psa e Suzuki avevano manifestato interesse ad acquisire Proton. 

Lotus sprint

Quanto a Lotus, i cinesi hanno confermato di voler puntare forte sul marchio sportivo inglese. In una nota il vice presidente finanziario di Geely, Daniel Donghui Li ha detto: "Vogliamo scatenare il potenziale di Lotus e portare questo brand verso un periodo di sviluppo, accelerando e potenziando la corsa all'innovazione". Lotus, celebre anche per le sue soluzioni ad altissima tecnologia, potrà anche aiutare Geely a soddisfare le sempre più pressanti richieste in termini di risparmio di carburante di qui ai prossimi anni. 

Tornando a Proton, è probabile che i cinesi condividano alcune delle piattaforme sviluppate in questi ultimi anni per Volvo e si augurano di poter penetrare più profondamente, attraverso il marchio malese, nei principali mercati del Commonwealth, come l'India, l'Australia e, naturalmente, il Regno Unito. 

Tag

Cina  · Lotus  · Proton  · Zeehang Geely Holding Group  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Il gruppo Geely, che detiene lo storico marchio inglese, potrebbe investire fino a 1.9 miliardi di dollari in nuovi impianti e centri ricerca

· di Redazione

Geely starebbe rastrellando azioni del colosso tedesco per diventarne il maggior investitore, anche se resterà sotto il 10%. Affare da 7,5 miliardi di euro

· di Colin Frisell

Jean-Marc Gales sorpreso a 164 chilometri orari sull'autostrada vicino gli impianti. Patente sospesa per 1 mese. "Dovrebbe provare le auto altrove", dice il giudice

· di Carlo Cimini

I cinesi dello Zhejiang Geely Holding Group, proprietari del brand britannico, inseguono il successo della Porsche puntando ad ampliare la gamma

· di Valerio Antonini

Sessanta anni fa Colin Chapman, storico fondatore della Lotus, inventò questa piccola e velocissima roadster: dal 1973 è prodotta dall'azienda di Crawley

· di Valerio Antonini

Il marchio associato alla Casa svedese, di proprietà di Geely, potrebbe iniziare la produzione di modelli sportivi per conto proprio. Il primo entro la fine del 2017

· di Luca Gaietta

Il marchio inglese di supersportive ha realizzato in soli 60 esemplari l'ennesima variante della sua biposto, dalle prestazioni sorprendenti

· di Enrico Artifoni

Il marchio, proprietario di Volvo, è passato in pochi anni da piccolo costruttore locale a nome dell'automotive mondiale. E si prepara a sfondare in Europa e negli Usa