Ultimo aggiornamento  10 dicembre 2018 00:26

BlaBlaCar, dall'autostop al car pooling.

Giulia Paganoni ·

C’era una volta l’autostop, oggi le piattaforme di carpooling. Nell’era della sharing economy i servizi di mobilità condivisa trovano linfa vitale. Una vitalità che in cinque anni ha raggiunto 2,5 milioni di utenti in Italia e 1,5 miliardi di chilometri percorsi: è la community di BlaBlaCar. La piattaforma nasce in Francia nel 2006 da un’idea di Frédéric Mazzella, tre anni dopo arriva in Spagna, poi in Gran Bretagna (2011) e nel 2012 è la volta dell’Italia, dove acquisisce la start up postoinauto.it e il suo team. L’espansione è continuata in Germania, Ucraina e Russia, Croazia, Romania, Serbia e Ungheria, arrivando oggi a contare 40 milioni di utenti in 22 Paesi.

Il carpooling in Italia

Nel 2012 l’Italia possiede le condizioni ideali per potersi espandere complici la crisi economica, l’aumento del 3,1% dei pedaggi e il record di 2 euro al litro della benzina. L’obiettivo non è quello di una realtà nata per creare un guadagno ai conducenti, bensì far risparmiare sui costi di viaggio, come riportato dal New York Times nel 2014. Inoltre, secondo una ricerca realizzata da TNS Sofres in 10 nazioni, viaggiare in carpooling migliora la sicurezza stradale, cosa che gli utenti con cui abbiamo parlato hanno confermato: “Viaggiare con altre persone mantiene più alta la soglia d’attenzione perché si sente il peso della responsabilità”, cosa a cui nel 2016 si è risposto con una partnership con Axa per dare una copertura assicurativa aggiuntiva alla Rca obbligatoria.

Gli utenti

L’età degli utenti è molto eterogenea, la media per le donne è di 34 anni e per gli uomini di 36 anni. Non mancano casi eccezionali, come il record fatto registrare da una signora di 80 anni. Il viaggio medio è di 340 chilometri e le tratte più popolari sono Milano-Genova, Milano-Padova e Roma-Napoli. I modelli di auto più comuni sono Ford Fiesta, Fiat Panda e Fiat Punto e interessante notare che le marche più diffuse sono proprio quelle ai primi posti per le vendite del mese di aprile: Fiat, Volkswagen e Ford.

Piani futuri

Ad oggi, Blablacar è valutata 1,7 miliardi di dollari, con finanziamenti di oltre 300 milioni di dollari e una community diffusa in 22 Paesi che raggiunge i 40 milioni, di cui 2,5 solo in Italia. Ora l’obiettivo è consolidarsi ed espandersi in mercati emergenti, come per esempio il Brasile. Inoltre, in Francia è nata una partnership con Ald Automotive e Opel, che prevede sconti sul noleggio a lungo termine per gli ambasciatori della community. Sono stati anche annunciati i primi test su BlaBlaLines, un’app per i pendolari che percorrono distanza compresa tra i 30-70 km.

Tag

BlaBlaCar  · BlaBlaLines  · Francia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

La società di car pooling mira all'espansione e lancia un'offerta per l'acquisizione della azienda francese che offre servizi di autobus a basso prezzo

· di Redazione

Accordo fra la prima piattaforma europea di ride sharing e il marchio tedesco (comprato da Psa): condizioni favorevoli di noleggio agli autisti più attivi