Ultimo aggiornamento  16 settembre 2019 10:47

WRC, in Portogallo si ritrova Ogier.

Marco Perugini ·

Sebastien Ogier punta forte al mondiale con la Fiesta del team M-Sport vincendo il Rally di Portogallo, sesto appuntamento del calendario 2017, davanti al belga Thierry Neuville e allo spagnolo Dani Sordo, entrambi sulla performante i20. La gara lusitana conferma la competitività e l’affidabilità di Ford e Hyundai, che consentono alle loro prime guide di allungare in classifica generale a scapito dei piloti Toyota e Citroen. Yari-Matti Latvala su Yaris ha avuto non pochi problemi sullo sterrato portoghese, riuscendo a conquistare solo la nona posizione; è andata meglio all’irlandese Craig Breen su C3, giunto quinto ma con un distacco di quasi due minuti. L’unico ad impensierire davvero Ogier, al 40° successo in carriera, è stato il compagno di squadra Ott Tanak, sempre tra le prime posizioni fino alla rottura delle sospensioni dopo un incidente nella 12a speciale di sabato, che lo ha costretto a una lunga rimonta fino al quarto posto finale.

Italia sfortunata

Tanti problemi hanno compromesso anche l’esordio con la Hyundai i20 R5 di Fabio Andolfi, beniamino dei tifosi del tricolore. Il pilota dell’ACI Team Italia ha ben figurato nei primi tratti cronometrati, ma una lunga serie di inconvenienti tecnici lo hanno relegato al 38° posto assoluto e al 14° tra le WRC2. “E’ stato importante arrivare alla fine – ha dichiarato il 24enne pilota savonese – ma abbiamo cercato il feeling con la vettura in vista della prossima gara in Sardegna, dove puntiamo a dimostrare le nostre potenzialità”. Sempre tra le R5, va segnalato lo spettacolare incidente del francese Quentin Gilbert, che al salto di Fafe con la sua Skoda Fabia è atterrato sul muso, piantandosi sullo sterrato: fortunatamente non ci sono state conseguenze per lui e per i tanti tifosi assiepati ai lati del tracciato.

Prossimo appuntamento in Sardegna

La prossima tappa del WRC è il Rally Italia Sardegna, che si disputerà tra Olbia e Alghero dall’8 all’11 giugno con 55 equipaggi al via, di 22 nazionalità diverse. Tra questi si contano ben 18 piloti italiani, di cui 8 sardi. La gara, organizzata dall’Automobile Club d’Italia con il supporto della Regione Sardegna, prevede un percorso di 312 km cronometrati suddivisi in 19 prove speciali. Alghero ospita il quartier generale, il parco assistenza e la sala stampa della manifestazione, che si aprirà alle ore 8 di giovedì 8 giugno con lo shakedown di Olmedo. Alle ore 18 inizia la corsa con la speciale di 2 chilometri nell’Arena di Ittiri, poi la carovana si sposta al Molo Brin di Olbia. Il 9, 10 e 11 giugno sono in programma tre tappe della gara sugli sterrati del nord Sardegna e la premiazione finale si svolgerà domenica pomeriggio nel porto di Alghero.

Tag

ACI Team Italia  · Citroën  · Ford  · Hyundai  · Portogallo  · Skoda  · Toyota  · Wrc  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marco Perugini

Continua la saga finnica con il 26enne Lappi che su Toyota Yaris centra il suo primo successo. Neuville e Ogier non brillano, ma il belga raggiunge il francese in classifica

· di Marco Perugini

Nel weekend via all’ottava prova del Wrc sugli sterrati veloci di Mikolajki e dei laghi Masuri. Emozioni assicurate anche per le novità tra gli equipaggi

· di Marco Perugini

La quarta tappa del Mondiale WRC regala emozioni fino a domenica 11 giugno. Tra Alghero e Olbia 19 prove per 320 chilometri di sterrato

· di Redazione

In occasione della tappa italiana del rally mondiale a giugno, Aci Sport e Rts propongono Gold Pass 2017: offerte per vivere l'appuntamento da protagonisti

· di Marco Perugini

Vince con la Hyundai i 20, mentre Ogier con la sua Ford Fiesta punta al mondiale. Inseguono la Toyota Yaris e la Citroen C3

· di Marco Perugini

Il belga e la Hyundai finalmente primi. In quattro gare iridate hanno vinto altrettanti piloti e auto: mondiale rally apertissimo e appassionante

· di Marco Perugini

In Messico trionfa Meeke su C3. In tre gare, tre marchi diversi sul gradino più alto. Sul podio anche Ogier (Ford) e Neuville (Hyundai)