Ultimo aggiornamento  23 ottobre 2019 02:00

General Motors e Tesla, cattive azioni.

Gloria Smith ·

Investire in General Motors e Tesla? Pessima idea. David Einhorn, presidente dell'hedge fund americano Greenlight Capital, si pente di aver messo soldi nei due gruppi automobilistici. Due aziende molto diverse tra loro ma che, dal punto di vista dell'investitore, si sono rivelate ugualmente un flop: Gm perché le azioni hanno perso drammaticamente valore, Tesla perché ha una valutazione stellare che non corrisponderebbe alla reale capacità di generare utili.

Pressing su Detroit

Beninteso, non c'è niente che non vada nelle prestazioni finanziarie di Gm: il gruppo continua a generare utili. Ma le vendite complessive del mercato auto americano sono deboli e questo ha un impatto sulle azioni del colosso di Detroit, il cui prezzo è sceso a tal punto da tornare ai livelli fissati al momento della quotazione in Borsa, nel 2010. Einhorn, il cui fondo di investimento Greenlight Capital possiede il 3,6% di Gm, è stanco di avere pazienza e ora fa pressing sul management della Casa, accusato di non curarsi della perdita di valore del titolo e di non far nulla per rimediare.

Finanza creativa

Einhorn una soluzione ce l'ha ed è quella di dividere le azioni ordinarie di Gm in due tipi: alcune che pagano in dividendi e altre basate sull'apprezzamento del capitale. Il valore di queste ultime sarebbe compreso tra 42 e 60 dollari contro l'attuale valore di 33-34 dollari, calcola Einhorn. Il management della Casa ha respinto la proposta al mittente bollandola come "rischioso esperimento di finanza creativa senza alcuna garanzia di produrre valore per gli azionisti mentre produrrebbe sicuramente un abbassamento del rating". Einhorn non demorde e minaccia di farsi sentire quando parteciperà al voto annuale degli azionisti di Gm, il prossimo 6 giugno.

L'ipnosi di Musk

Opposto il quadro per Tesla, le cui azioni si sono apprezzate del 40% quest'anno - tanto che l'azienda di Elon Musk ha superato ad aprile la stessa Gm per capitalizzazione di mercato. Ma di utili nemmeno la traccia e intanto il gruppo delle lussuose auto elettriche brucia cash a ritmi forsennati: ha già usato metà dei capitali raccolti nel primo trimestre dai suoi investitori. Einhorn non usa mezzi termini: chi ha messo soldi nelle imprese di Elon Musk si è fatto "ipnotizzare" dal carismatico Ceo.

Una bolla pronta a scoppiare

Anche Einhorn un pochino quell'ipnosi l'ha subita, ma ora afferma pentito: "Tesla è uno dei nostri peggiori investimenti, perderemo tutto". Le azioni di Tesla continuano a crescere di valore in vista del lancio della nuova Model 3 a fine anno, ma Einhorn crede che sia tutto fumo negli occhi: "Faremo il bis della dot-com bubble del 2000. Le azioni Tesla sono una bolla pronta a scoppiare; non sappiamo quando, ma accadrà”.

Tag

Elon Musk  · General Motors  · Greenlight Capital  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Durante un test per la stampa a San Francisco, la Chevrolet Bolt driverless si è immobilizzata dietro un furgone di un fast food che serviva tacos

· di Paolo Borgognone

Gli analisti della Deutsche Bank non hanno dubbi: il colosso di Detroit arriverà prima e meglio dell'azienda di Musk al robot dietro il volante. E il titolo vola in borsa

· di Redazione

L'azienda di Musk, che solo pochi giorni fa aveva superato Ford, scavalca anche Gm ed è la prima casa auto statunitense per valore in borsa

· di Luca Bevagna

La Casa americana annuncia investimenti negli stabilimenti degli Stati Uniti per assecondare le richieste del neo presidente. Segue quanto già fatto da Fca e Ford