Ultimo aggiornamento  24 aprile 2019 04:36

Total, il futuro è elettrico.

Patrizia Licata ·

Ha sorpreso la platea della conferenza di Bloomberg su energia e finanza il chief economist di Total, Joel Couse: per il top manager del colosso petrolifero, le vendite di auto elettriche cresceranno a tal punto da conquistarsi una fetta del 30% sul totale delle nuove auto commercializzate su scala mondiale nel 2030. Di conseguenza, la domanda di combustibili fossili "diventerà piatta, forse addirittura diminuirà". E' davvero il tramonto dell'era del petrolio?

Ottimismo sulle elettriche

Le previsioni azzardate da Couse nel suo intervento alla Bloomberg New Energy Finance conference sono le più aggressive fornite ad oggi da un colosso del petrolio. Attualmente le vendite di auto elettriche costituiscono appena l'1% del mercato del nuovo. Ma le analisi di Bloomberg New Energy Finance rivelano che per il 2020 saranno in commercio più di 120 diversi modelli di veicoli elettrici; entro il 2030 saranno state vendute più di 20 milioni di auto a batteria e, nel 2040, le elettriche rappresenteranno il 35-47% del totale delle nuove auto immatricolate, con la Cina leader ma quote importanti per Usa e Europa. Il motore a scoppio potrebbe davvero diventare "cosa del passato”.

Dipende da batterie e colonnine

A sostegno delle teorie di Couse va osservato che il prezzo delle batterie per le auto elettriche, che rappresentano quasi la metà del costo di questi veicoli oggi, sta scendendo a ritmi di circa il 20% l'anno: questo fattore sarà decisivo nel rendere le auto elettriche accessibili al mercato di massa. Non a caso Volkswagen prevede che il 25% delle sue vendite saranno rappresentate da veicoli elettrici, mentre Toyota pensa che non venderà più auto alimentate con carburanti di origine fossile nel 2050. Resta l'elemento critico della rete di ricarica: ancora troppo poche le colonnine per "fare il pieno" alle auto elettriche nelle città e sulle autostrade. Ma anche qui i progressi sono veloci; Tesla, per esempio, ha appena annunciato che raddoppierà la sua rete Supercharger già entro la fine di quest'anno, portandola da 5.000 a 10.000 stazioni, con uno sprint in Nord America (+150%) e in particolare in California (previsti 1.000 nuovi punti di ricarica elettrica). Le previsioni di Total, insomma, che sembrano "ardite" oggi, potrebbero persino rivelarsi "caute": se l'ottimismo di mercato sulle elettriche non sarà tradito dai fatti, per i colossi petroliferi è il tempo di un profondo ripensamento del business.

Tag

Auto Elettrica  · Cina  · Tesla  · Total  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La società Chargemaster aprirà a breve a Milton Keynes, a nord di Londra, il primo showroom britannico di soli veicoli a zero emissioni

· di Paolo Borgognone

Secondo il colosso energetico britannico, l'oro nero continuerà ad essere la fonte primaria di energia almeno fino al 2035. Anche, forse, grazie a Trump