Ultimo aggiornamento  19 agosto 2019 22:31

Bmw 530e, sportività sostenibile.

Luca Gaietta ·

Sesta vettura nata sotto il brand iPerformance, che riunisce i modelli ibridi plug in più sportivi della Bmw facendo da ponte tra le automobili Bmw i e quelle Bmw M, da pochi giorni è disponibile nelle concessionarie la nuova Serie 5 nella versione 530e.

Numeri da vera sportiva

La berlina tedesca promette, guardando i dati dichiarati dal costruttore, dei numeri da primato nella sua categoria. A cominciare dalla velocità massima di 235 chilometri orari e una accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi. Fino ai 44 g/km di CO2 nella marcia, richiedendo appena 1,9 litri di carburante per fare 100 km.

50 chilometri a zero emissioni

Il tutto grazie alla propulsione con cui la tedesca è equipaggiata che prevede l’accoppiata tra un motore termico quattro cilindri benzina di 2.0 litri da 184 cavalli e una unità elettrica da 70 kW (95 cavalli), collegata direttamente al cambio automatico a 8 rapporti della vettura, per una potenza totale di 252 cavalli. Un sistema che permette alla Bmw 530e anche di percorrere 50 chilometri a zero emissioni, viaggiando alla massima velocità autostradale, sfruttando una batteria agli ioni di litio da 9,2 kWh: sistemata sotto il sedile posteriore e capace di caricarsi in meno di tre ore impiegando una colonnina di tipo veloce.

"Parla" con l'iPhone

Fornita tra le dotazioni del Driving Experience Control con il quale è possibile scegliere tre diverse configurazioni di guida (Sport, Comfort ed Eco) la Bmw 530e offre inoltre a bordo numerose tecnologie che ne mettono in risalto l’anima hi-tech. Tramite l’interfaccia Open Mobility Cloud è ad esempio possibile controllare a distanza diverse funzioni di questa vettura, tra cui la climatizzazione, generando una sorta di connessione digitale tra il conducente e l’auto e utilizzando dei touchpoint come l’iPhone o l’Apple Watch.

Tag

BMW  · Ibrida  · Novità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Inaugurata la prima delle stazioni di ricarica realizzate dalla Casa bavarese presso i luoghi di interesse naturalistico e storico sul territorio americano

· di Paolo Odinzov

Il gruppo promette di vendere entro il 2025 un'auto "green" su quattro. E spinge sulla guida autonoma con un nuovo campus di ricerca alle porte di Monaco