Ultimo aggiornamento  20 novembre 2019 20:45

A Phoenix guida il robot.

Redazione ·

Il futuro è arrivato a Phoenix. Grazie a Waymo, la compagnia che fa parte di Alphabet, a sua volta nell'orbita di Google, la città dell'Arizona è la prima nella quale ai cittadini che vogliano partecipare all'esperimento, è data la possibilità di diventare "early riders" e utilizzare le auto a guida autonoma per i propri spostamenti.

Vita di ogni giorno

L'offerta di Waymo non si limita a far sperimentare un viaggio guidati dal robot: chi viene accettato nel programma, dopo averne fatto richiesta, e i suoi familiari più stretti, possono infatti utilizzare gratis uno dei 100 minivan a guida autonoma messi a disposizione per gli spostamenti di ogni giorno. In ogni momento l'auto driverless avrà a bordo un tecnico pronto a prendere i comandi in caso di necessità.

Incontro al pubblico

Scopo dell'iniziativa - dicono quelli di Waymo - è di raccogliere quante più informazioni possibili in condizioni di utilizzo reali delle auto robot. Il numero uno della compagnia, John Krafcik ha scritto nel blog del progetto: "Impareremo molte cose su cosa la gente chiede alle auto autonome, su come le persone dialogheranno con le vetture e quali informazioni e controlli vorranno avere a portata di mano durante il tragitto". Le auto non saranno lasciate ai partecipanti ma verranno di volta in volta prenotate, come si presume sarà abitudine in futuro, quando si attingerà ad una flotta condivisa piuttosto che possedere un veicolo.

Presto 600 robot in strada

Nei prossimi mesi, ha già annunciato Waymo, la flotta di auto robot destinata al pubblico nella zona metropolitana di Phoenix salirà da 100 a 600 unità. Per essere inclusi nel programma bisogna avere superato i 18 anni di età. La compagnia, anche in un video promozionale dell'iniziativa, ha sottolineato di voler far partecipare all'esperimento quante più persone possibili, in particolare per studiare le esigenze delle famiglie ma anche di chi lavora o si sposta per divertimento. "I nostri 'early riders' - ha scritto ancora Krafcik - svolgeranno un ruolo fondamentale nel disegnare il modo in cui la tecnologia delle auto autonome si rivolgerà al pubblico nel futuro, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo delle flotte di ride hailing e la logistica in generale". 

Tag

Arizona  · Auto robot  · Phoenix  · Waymo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Waymo prova il sistema di guida autonoma montato sulle Chrysler Pacifica nella città californiana, dopo i primi test nelle zone scarsamente popolate dell'Arizona

· di Redazione

La società di Google denuncia il furto dei progetti top secret per la guida autonoma ad opera del manager passato alla concorrenza

· di Paolo Borgognone

Parla John Krafcik, il capo della Google Car e svela obiettivi e sogni della nuova compagnia di software per auto robot