Ultimo aggiornamento  19 agosto 2019 23:32

Grand Cherokee TrackHawk, super Jeep.

Paolo Odinzov ·

Tra fango e sassi, oppure sull’asfalto di una pista a girare tra cordoli e chicane? Dove guidare la nuova Jeep Grand Cherokee TrackHawk è forse la domanda che si faranno di più quelli che la sceglieranno come compagna di vita a quattro ruote. Perché la nuova e potentissima versione della celebre off road americana è un’auto pronta ad andare praticamente ovunque e, nonostante l’indole da fuoristrada del modello, può lanciare la sfida addirittura a molte super car.

Dimostrazione di potenza

Presentata in anteprima al Salone di New York, in programma dal 14 al 23 aprile, è una 4X4 ad alte prestazioni che i progettisti Jeep hanno probabilmente realizzato più per sfizio che per necessità, con l’intenzione di mostrare tutte le potenzialità della Casa di Toledo. Basti pensare che la Jeep Grand Cherokee TrackHawk raggiunge i 290 chilometri orari di velocità e accelera da zero a cento km/h in appena 3,5 secondi. Questo grazie a un motore V8 di 6.2 litri da 717 cavalli, preso in prestito dalla Dodge Hellcat: sovralimentato con un compressore volumetrico e capace di sviluppare l’impressionante coppia di 874 Newtonmetri.

Tutto sotto controllo

All’eccezionale propulsore, la Jeep Grand Cherokee TrackHawk unisce una meccanica adeguata ai suoi numeri dotata della trasmissione automatica TorqueFlite a 8 marce, controllata da un apposito software di gestione in grado di rilevare persino la velocità longitudinale della vettura, associata alla trazione integrale Quadra-Trac con cinque programmi di marcia. Per chi ha voglia di farsi "coccolare", c'è compresa la modalità “Auto” per distribuire sempre in modo ottimale la coppia motrice sui due assi a seconda del tipo di guida e del fondo stradale.

Partenze brucianti

Al pari delle vetture sportive più estreme, la "super" Jeep offre, poi, il Launch Control per effettuare delle partenze brucianti: monitorando, volendo, i dati della guida sulle Performance Pages del sistema di bordo multimediale. Ruote da 20 pollici, ammortizzatori adattivi Bilstein e un impianto frenante della Brembo completano l’opera facendone un’auto da primato anche sotto il profilo delle dotazioni.

Tag

Jeep  · New York  · Novità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Rimini Off Road cosparge sabbia, terra e fango su 84.000 metri quadrati dove 120 costruttori danno spettacolo fino a domenica

· di Giuseppe Cesaro

Il brand americano festeggia anniversario e sesto anno consecutivo di crescita. A doppia cifra cinque volte su sei. La Cherokee è la più amata