Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 13:56

La Rolls-Royce gialla di John.

Paolo Borgognone ·

Cinquant'anni fa esatti, l'8 aprile del 1967, un'auto nera si ferma davanti al garage di un certo J.P.Fallon, famoso per la sua capacità di ridipingere vetture in ogni condizione. Siamo nel Surrey, la contea ad est di Londra dove sono nati, tra gli altri, signori che si chiamano Eric Clapton, Roger Waters e, più recentemente, un certo John Graham Mellor, che passerà alla storia come Joe Strummer, l'uomo che ha inventato il punk. Magari c'è anche lui quel giorno, in quella strada di periferia, giubbotto di pelle e sigaretta in bocca. Perché la Storia è fatta di tante piccole storie. 

Arriva il Sergente Pepper

Ma torniamo all'auto ferma davanti al garage di Fallon. E' nera, l'abbiamo detto e ne scende un signore che in quel momento di anni ne ha 27. Porta degli occhialetti tondi, baffi un po' spioventi, basettoni, capigliatura folta: si chiama John Winston Lennon. Il suo gruppo, i Beatles, hanno da poche ore finito di registrare una delle pietre miliari della musica di ogni genere, di ogni tempo: Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band che uscirà il primo giugno dello stesso anno e che cambierà il mondo. Ci sono voluti 129 giorni, 700 ore di registrazione e 25.000 sterline. Ma intanto John è lì, in una periferia che gli ricorda tanto la natia Liverpool e ha uno scopo: far dipingere la sua Rolls-Royce Phantom V nera. Coi colori della psichedelia. 

L'estate dell'amore

Il 1967 è l'anno più psichedelico della storia. E' primavera a Londra quando Lennon va a trovare Mr Fallon e il suo team: sta per scoppiare la "Summer of love", l'estate dell'amore. San Francisco è l'ombelico del mondo. Lo Human Be-In, il più grande raduno giovanile mai visto sta riempiendo la città californiana di hippy: vestiti colorati, pace, amore. "Se stai andando a San Francisco - canta Scott Mc Kenzie su una melodia scritta da "Papa" John Phillip, anima e voce dei Mamas and Papas - assicurati di avere dei fiori tra i capelli". E' l'inno dell'utopia hippy di quella generazione - e anche di molte altre venute dopo - è la colonna sonora della zona di Haight-Ashbury, posata in alto sulle colline di San Francisco, a guardare il mare mentre il sogno americano si sgretola tra le imboscate e le paludi del Vietnam. Scoppia il Flower Power.

Parola di Lennon

Tutto questo John lo sa e vuole contribuire. Una sua parola, un suo gesto, smuove le folle, dalla Nuova Zelanda a Penny Lane, il capolinea dei bus del centro di Liverpool da dove tornava a casa di zia Mimì dopo la scuola. 2.000 sterline - impossibile fare un paragone con i prezzi di oggi, comunque una cifra non indifferente - è quello che viene pattuito tra Lennon e Fallon per far diventare la Phantom V un'icona di quel movimento, di quell'estate, di quella generazione. Fallon chiama a collaborare un gruppo di artisti hippy della scena londinese, noti come "The Fool". Tra loro un certo Marijke Kroeger che si rifà al furgone da nomade nel quale vive a Weybridge: sfondo giallo, decori e fiori colorati, disegni geometrici e astratti, ispirati dai Batik indonesiani. Flower Power. No alla guerra. Sì all'amore. 

Trasferita in Usa

L'auto viene sistemata nel giro di qualche settimana e riconsegnata a John il 25 maggio. Sei giorni dopo esce Sgt.Pepper's Lonely Hearts Club Band. John la terrà con se anche dopo, quando gli amplificatori sul tetto della Apple Records al numero 3 di Savile Row sono stati spenti, il gruppo è sciolto e lui - siamo nel 1971 - trova casa con Yoko a New York. Nel 1977 l'auto - a parziale risarcimento di un debito di Lennon col fisco Usa - viene regalata al Cooper Hewitt Smithsonian Design Museum, tra Madison e la 5^ Avenue, a Manhattan. Nel 1985 - John ci è stato strappato da 5 anni - il museo la mette all'asta e ne ricava 2.299.000 dollari, un record per un memorabilia del rock and roll. D'altro canto tra quei fiori ci sono i sogni e le speranze di milioni di giovani in tutto il mondo. 

Auto da sposa

Oggi la Phantom V la potete ammirare al Royal British Columbia Museum di Victoria, Canada. Un bel viaggio dal nebbioso Surrey. Ma i sogni fanno così: non conoscono confini. Comunque se vi accontentate di una replica, J.P. Fallon l'ha creata nel 2014 e la potete ammirare nelle fiere per appassionati in giro per il Regno Unito, a Goodwood o al salone dell'auto di Birmingham. Oppure la potete affittare, per un matrimonio da sogno. Magari regalando alla sposa un fiore da mettere tra i capelli. Flower Power.

Ti potrebbe interessare

· di Giuseppe Cesaro

26 anni fa si spegneva una delle più grandi voci di sempre del rock. Un virtuoso che ci ha lasciato musica immortale e un'eredità speciale anche a quattro ruote

· di Paolo Borgognone

Venduta per sostenere il Teenage Cancer Trust, la Wraith disegnata da Roger Daltrey degli Who e ispirata al più noto successo del gruppo rock da 100 milioni di dischi

· di Colin Frisell

La Casa britannica presenta con un teaser la Phantom 8, che sarà svelata in occasione di una mostra straordinaria nella capitale inglese dal 27 luglio

· di Paolo Odinzov

L'ultima edizione speciale dalla cabriolet britannica, sembra ispirata per la carattrizzazione estetica al celebre presonaggio della saga di George Lucas

· di Giuseppe Cesaro

L'incidente che cambia la vita al batterista dei Beatles e lo convince a sposare la Bond Girl del suo cuore. Dalle super luxury car alle Mini, sempre con stile

· di Giuseppe Cesaro

"Rock Around The Clock" 61 anni fa al primo posto nel Regno Unito. La Esso ammoniva i teen-ager: quella musica fa premere sull'acceleratore e sprecare benzina