Ultimo aggiornamento  21 febbraio 2019 06:43

Fuga dal Salone di Francoforte.

Luca Bevagna ·

Potrebbe essere un Salone sotto le aspettative e della lunga tradizione (66 edizioni svolte finora) quello che svolgerà dal 14 settembre a Francoforte. La rassegna tedesca che ha una cadenza biennale e si alterna con Parigi, sembra destinata a perdere la presenza di almeno nove marchi. E' quello che scrive AutomotiveNews Europe

Chi salta la 67sima edizione

A saltare l'appuntamento tedesco sarebbero due dei brand di PSA ovvero Peugeot e Ds (assicurata invece la presenza di Citroen per promuovere il lancio di un nuovo modello), ai quali si aggiungerà l'assenza di Fca con Alfa Romeo, Fiat e Jeep. Uno spazio libero nei padiglioni della grande fiera tedesca lo lasceranno anche Nissan e il suo marchio "premium" Infiniti. In dubbio Renault e Dacia. Fuori di sicuro invece Volvo e Mitsubishi. E Ford che aveva già saltato nel 2016 il Salone "gemello" di Parigi. Non proprio un bel segnale per il mondo dei Saloni automobilistici europei, ormai sacrificati all'altare di eventi fuori settore, come ad esempio il Mobile World Congress di Barcellona, oppure di altre rassegne internazionali come il Ces di Las Vegas.

I numeri del 2015

L'IAA di Francoforte nel 2015 aveva contato su un totale di 1.103 espositori (molti, moltissimi di componentistica) provenienti da 39 paesi che avevano attirato alla Fiera oltre 930 mila visitatori, circa 50 mila in più dell'edizione 2013. Difficile a questo punto ripetere questi risultati.

Tag

Francoforte  · Salone  · 

Ti potrebbe interessare

· di Monica Secondino

Per il Ceo di Seat vale sempre la pena di investire nelle grandi kermesse auto e non solo. Anche le fiere dedicate alle tecnologie stanno diventando interessanti

· di Flavio Pompetti

In mostra macchine “come esperienza”, suv e crossover dominanti, prototipi di veicoli per “poggiare una tenda”, trionfo dell’idrogeno e di motori da 800 cavalli