Ultimo aggiornamento  16 giugno 2019 09:17

Hyundai, elettrico a 360 gradi.

Patrizia Licata ·

Hyundai prova a mettersi sulle tracce di Tesla, accelerando sullo sviluppo dell'auto elettrica per recuperare terreno sulla concorrenza. Il costruttore sud-coreano ha fatto partire un programma con cui metterà a punto la sua prima architettura dedicata ai veicoli elettrici a batteria, creando una piattaforma tecnologica su cui saranno basati nuovi modelli long-range (autonomia fino a 600 km) sia a marchio Hyundai che dell'affiliata Kia.

Fine della rivalità tra fuel cell e batteria

La mossa di Hyundai è particolarmente significativa perché l'azienda asiatica ha finora puntato sulla tecnologia delle celle a combustibile, con auto che sfruttano l'idrogeno come fonte di energia per generare l'elettricità; ora invece Hyundai abbraccia la mobilità green a 360 gradi attivando anche una piattaforma specifica per le auto solo a batteria. Architettura che si andrà affiancare all'attuale Ioniq, berlina oggi venduta in versione elettrica ma anche ibrida e ibrida plug-in. E' probabile che la pressione degli investitori abbia spinto Hyundai a virare di più verso il mercato su cui competono multinazionali dell'auto come General Motors e Daimler, senza contare che le politiche di Europa, Cina e Stati Uniti (benché con posizioni più accomodanti da parte dell'amministrazione Trump) spingono l'industria ad ampliare la propria offerta di veicoli a emissioni zero.

La tecnologia su cui si lavora a Seul

La piattaforma per auto elettriche che Hyundai sta sviluppando permetterà di installare la batteria nel pavimento del veicolo in modo da poter avere maggiore capacità e non ingombrare l'abitacolo. Occorrerà tempo per completare la piattaforma e saranno necessari ingenti investimenti, ma il costruttore sud-coreano, tramite Lee Ki-sang, capo delle operazioni green cars di Hyundai-Kia, ha fatto sapere che si tratta di una strategia di lungo periodo per preservare la competitività dell'azienda e ampliare i volumi di vendita. In attesa che lo sviluppo della nuova architettura sia terminato, il colosso dell'auto di Seul prevede di portare sul mercato nel 2018 un Suv elettrico Hyundai e uno Kia basati su una tecnologia già pronta: la domanda per gli Sport utility vehicles è alta, ha detto Lee, e i nuovi modelli avranno un range di 300 km per ricarica e saranno "più competitivi" rispetto ai quelli rivali. Le nuove tecnologie saranno invece applicate su un modello ibrido plug-in della linea Genesis (brand alto di gamma dei coreani) che sarà lanciato nel 2019 e in un veicolo Genesis di fascia alta cento per cento elettrico che arriverà nel 2021.

Molta Cina nel futuro delle Hyundai a zero emissioni

Il costruttore asiatico non dimenticherà il suo impegno sulle auto a celle a combustibile: l'affiliata Kia Motors continua a lavorare sul suo primo veicolo fuel cell, forte delle competenze già maturate da Hyundai. L'azienda sud-coreana è ottimista sulle prospettive di mercato per le auto elettriche ma senza perdere aderenza alla realtà: l'infrastruttura di ricarica non è ancora sufficiente a sostenere un eventuale boom e i tempi di ricarica per i modelli long-range sono lunghi. In Cina, inoltre, il governo non intende rinnovare i sussidi all'acquisto di auto elettriche. Tuttavia, il ruolo del mercato cinese resta fondamentale: qui Hyundai pensa di far costruire le batterie per le sue auto elettriche a produttori locali e di continuare a vendere una fetta significativa delle proprie vetture a zero emissioni, commercializzate anche con marchi locali grazie a joint venture cinesi. Lee Ki-sang prevede che le elettriche a batteria rappresenteranno circa il 10% delle vendite mondiali di automobili nel 2025 (ora sono l'1%), trainate proprio dalla Cina, mentre le fuel cell si diffonderanno solo dopo il 2025, ma con un alto potenziale di successo nel lungo periodo.

Tag

Auto Elettrica  · Hyundai  · Idrogeno  · Kia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La Casa coreana promette che entro quattro anni sarà messa in vendita la prima auto a zero emissioni con prestazioni senza compromessi

· di Redazione

Il gruppo coreano porta a Las Vegas la sua visione sul futuro della mobilità a bordo della nuova Ioniq, dotata di sistemi di guida assistita