Ultimo aggiornamento  26 agosto 2019 00:27

Dacia resta speciale.

Giulia Paganoni ·

Una nuova versione top di gamma per rinnovarsi. È questa la sintesi della strategia che mette in campo Dacia. A 10 anni dal lancio sul mercato italiano e dopo 219.000 veicoli venduti, non ci troviamo di fronte all’annuncio di un nuovo modello, bensì al rinnovamento della gamma dei cinque ormai noti (Sandero, Logan MCV, Lodgy, Dokker e Duster), i quali continuano a mantenere alto l’interesse grazie al rapporto qualità-prezzo.

Grigio e rame

L’arrivo della serie speciale Dacia Brave vuole rendere più moderni i modelli della gamma e, perché no, avvicinarsi ai più giovani. Per fare ciò sono stati aggiornati gli equipaggiamenti top di gamma di tutti i modelli mantenendo contenuti i prezzi. Gli sviluppi di questa serie speciale sono partiti dalla versione Stepway, ad esclusione di Duster, che è stata sviluppata dall’allestimento Laureate. Tutti i modelli sono riconoscibili dal colore grigio Islanda della carrozzeria. Mentre gli interni si contraddistinguono per le finiture in color rame.

Eleganza e sicurezza di serie

Ma le novità più interessanti riguardano le dotazioni di serie, come il volante in pelle, il climatizzatore manuale, il sistema Media Nav Evolution, il park assist con retrocamera, i vetri elettrici anteriori e posteriori e il cruise-control. Nonostante gli aggiornamenti, Dacia resta coerente alla sua politica dei prezzi, proponendo questo top di gamma a 1.100 euro in più rispetto alla versione Laureate per Duster e 100 euro in più dall’equipaggiamento Stepway per gli altri modelli. Il lancio di questa nuova serie speciale è previsto per il fine settimana dell’8 e 9 aprile.

Altre novità

La strategia di rinnovamento è stata utilizzata anche in altri tre casi. L’arrivo di Logan MCV Stepway (da cui viene sviluppata la gamma Brave), per il quale le principali novità riguardano l’ampliamento delle dotazioni di serie tra cui il climatizzatore manuale, il sistema di navigazione, il cruise-control, l’assistenza al parcheggio posteriore, l’assistenza alle partenze in salita e, in opzione, la retrocamera di parcheggio. Il rinnovamento di Dokker e Lodgy e l’arrivo del nuovo cambio automatico EDC a doppia frizione e sei rapporti per Duster che verrà montato solo in abbinamento al motore diesel 1.5 dCi da 110 cv sugli allestimenti Laureate e Serie Speciale Brave.

Tag

Dacia  · Duster  · Sandero Stepway  · 

Ti potrebbe interessare