Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 09:43

Ds, Formula E alla francese.

Redazione ·

Dalla prossima stagione Ds Automobiles, marchio automobilistico francese nato nel 2014 dalla casa madre Citroën, sarà ufficialmente uno altro costruttore del campionato di Formula E con una monoposto interamente realizzata dall'azienda transalpina. A confermarlo è stata la Fia, federazione internazionale dell'automobile che ha accettato la candidatura di Ds.

Made in Versailles

Dopo aver debuttato in partnership con la scuderia Ds Virgin Racing, a partire dal campionato 2018/2019 e per i successivi tre anni, Ds Automobiles realizzerà in proprio la vettura elettrica da competizione. Per l'occasione Ds Performance ha sviluppato un motore a batteria Dsv-02: questo e tutte le componenti della monoposto sono state progettate e testate nel suo centro tecnico di Versailles.

Dalla pista alla strada

Grazie all'esperienza in pista, Ds potrà accelerare la realizzazione di vetture ibride anche per la strada, come anticipato dalla ibrida plug in Ds 7 Crossback, in anteprima al recente Salone di Ginevra. "Lo sport automobilistico è un eccezionale laboratorio di sviluppo", ha dichiarato Yves Bonnefont direttore generale di Ds, "e sono convinto che la Formula E sarà lo sport automobilistico del XXI secolo. Il fatto che la Fia abbia scelto Ds Automobiles tra i costruttori in questa disciplina ci riempie d’orgoglio." Il marchio francese assume un ruolo indipendente nella categoria "elettrica", seguendo l'esempio di altre case importanti, come Bmw e Mercedes.

Tag

Campionato  · DS  · Formula E  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Il brand premium del gruppo Psa presenta la DS 7 Crossback, suv globale con cui avviare il piano rilancio e l'espansione della rete

· di Luca Gaietta

Il brand del lusso di PSA ha realizzato una versione esclusiva e in serie limitata della sua compatta, ispirandosi al mondo della moda parigina

· di Redazione

La scuderia dominatrice del mondiale di Formula 1 ha siglato un accordo con la FIA: dalla stagione 2018/19 frecce d'argento anche a batteria