Ultimo aggiornamento  26 maggio 2019 02:01

Honda, postino a batterie.

Redazione ·

Il servizio postale Japan Post ServiceHonda Motor hanno raggiunto un'intesa per lo sviluppo di mezzi ed infrastrutture che rendano eco-sostenibili le consegne dei pacchi e corrispondenza in Giappone. Si partirà dall'uso di motocicli elettrici, come alternativa alle moto ed ai minivan utilizzati oggi.

Stazioni di ricarica aperte anche ai cittadini

Le due società si sono impegnate per rendere alta anche la qualità del servizio di manutenzione dei veicoli utilizzati, così da preservarne l'ecosostenibilità nel tempo. Nei pressi degli uffici postali verranno realizzate delle stazioni di ricarica a disposizione anche dei cittadini. L'accordo tra l'azienda e Honda mette al primo posto la mobilità sostenibile e potrebbe essere un input importante per le altre imprese che intendano agire in maniera responsabile verso l'ambiente.

Autonomia in una nuvola

Honda sta sviluppando anche il sistema Biz Linc, una soluzione basata su un cloud privato (con accesso remoto online) sul quale inserire e salvare le informazioni sulla posizione dei mezzi - ottenute tramite la funzione Gps -   grazie all'utilizzo di smartphone o tablet: un modo per ottimizzare l'autonomia dei mezzi elettrici e le operazioni di consegna, anche grazie allo studio delle distanze giornaliere da coprire. Japan Post effettuerà nelle prossime settimane dei test utilizzando Honda Biz Linc per gestire la propria flotta di mezzi per il recapito della corrispondenza.

 

Tag

Giappone  · Honda  · Servizio  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Il costruttore giapponese sta studiando un inedito sistema di ricarica nell'ambito di un ambizioso piano "Vision 2030" per l'elettrificazione di auto e moto