Ultimo aggiornamento  26 agosto 2019 01:12

Suzuki Swift, dal web al mercato.

Redazione ·

Dopo l'esordio al Salone internazionale dell'auto, la nuova Suzuki Swift parte con il piede giusto. La versione speciale, la Swift Web Limited Edition, in vendita online in soli dieci esemplari al prezzo di 16.900 euro, nel giro di poche ore è stata sold out. 

Più compatta e leggera

La Suzuki Swift, nelle concessionarie non virtuali dal prossimo mese, riprende lo stile della versione 2010, con l'aggiunta di alcune modifiche, ad esempio i fanali anteriori e posteriori adesso si possono avere a led. Il porta bagagli acquista 54 litri, aumentando a 265 di capienza. La nuova Swift è più corta di 1 centimetro rispetto al modello precedente (ne misura 384), perde 1,5 centimetri in altezza ma ne guadagna 4 in larghezza e 2 nel passo. Altro dato da non sottovalutare è il peso: l'utilitaria giapponese è "dimagrita" di 120 chili.

Anche ibrida

La versione ibrida della Casa giapponese adotta un motore benzina 1.0 BoosterJet da 112 cavalli a tre cilindri, con un equipaggiamento di serie molto fornito. È stato implementato il sistema Shvs, lo smart hybrid vehicle di Suzuki: un alternatore potenziato con la funzione di starter e di booster. In poche parole un motore elettrico a bassa potenza che aiuta il conducente in specifiche situazioni di guida. La nuova Swift ibrida è disponibile anche con il benzina 1.2 dualjet.

Tecnologia e sicurezza

Nell'abitacolo troviamo due display: uno da 4,2 pollici con le informazioni sullo stato del veicolo ed un altro da 7 pollici compatibile con Apple CarPlay, Android Auto e Mirror Link e navigatore 3d. In termini di sicurezza l'utilitaria giapponese offre il sistema di rilevamento frontale (forward detection) con l'ausilio di una camera e sensore laser, l'avviso di anti-sbandamento, quello che previene i colpi di sonno, il cruise control adattivo e la tecnologia che regola automaticamente l'altezza degli abbaglianti.

Tag

Ibrida  · Salone di Ginevra  · Suzuki  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La berlina giapponese top di gamma ha trazione integrale e dispone di un propulsore che sfrutta l'alternatore per incrementare le prestazioni e ridurre i consumi

· di Luca Gaietta

La compatta di Hamamatsu debutta nella terza generazione. Ha una linea più dinamica ed è equipaggiata con un motore benzina turbo da 139 cavalli

· di Enrico Artifoni

Le due Case giapponesi lavoreranno insieme allo sviluppo di nuovi standard industriali e infrastrutture nei campi di ambiente, sicurezza e information technology

· di Marco Perugini

Numeri in crescita per il costruttore giapponese nel nostro Paese, mentre a livello globale nel 2017 la sfida si sposta fin sulla ... luna