Ultimo aggiornamento  25 agosto 2019 02:10

Lexus LS500h, lusso sostenibile.

Francesco Paternò ·

GINEVRA - Al salone, la Lexus ha portato la versione ibrida della LS500 con un motore benzina 3.5 V6 Dual VVT-i e due motori elettrici che erogano complessivamente una potenza massima di 354 cavalli/264 kW. La variante Full Hybrid sarà disponibile tanto con trazione integrale quanto con trazione posteriore. L’ammiraglia del marchio aveva esordito in gennaio al salone di Detroit con il solo motore a benzina, un V6 e non più un V8. 

Meglio un V6 

Quando chiediamo a Toshio Asahi, ingegnere capo di Lexus della pianificazione prodotto, perché sia stato scelto un V6 mentre la concorrenza tedesca (oltre che Maserati) continua ad avere anche V8 e V12, la risposta non fa una piega: “I clienti vogliono su questo tipo di vetture performance e agilità. Con il nostro V6 abbiamo realizzato un’auto che ha le stesse prestazioni di motorizzazioni più grandi”. Per altro, la LS500 è un modello ambito soprattutto in Nordamerica come l’intero marchio Lexus (nuovamente primo nel 2016 nella classifica di qualità di J.D. Power’s), un mercato che sempre più privilegia i sei cilindri agli otto.

Il futuro della gamma

L’ingegnere invece allarga le braccia quando chiediamo se alla versione ibrida portata a Ginevra seguiranno versioni plug in, elettrica e a idrogeno, “non posso rispondere”, ma par di capire che la prima e terza possano stare nell’orizzonte. Riceviamo un “no” senza appello, invece, alla domanda se la nuova ammiraglia possa avere una declinazione wagon, come a Ginevra ha fatto – qualche stand più in là – la Porsche con la Panamera Sport Turismo.

Linea da berlina coupé 

La nuova LS500 è una berlina quattro porte a passo lungo con un profilo da coupé, uno stile con il quale, ci dice il capo designer Koichi Suga, “poter guardare anche a una fascia di clientela più giovane” e “in grado comunque di attirare l’attenzione di tutti”.  Il lusso domina negli interni, definiti secondo il concetto di Omotenashi, la tradizionale ospitalità giapponese, insieme a qualità e comfort a livelli elevati, come deve essere su un’auto premium, e dettagli esclusivi, come la lavorazione Kiriko del vetro inserito sui pannelli interni delle portiere.

Nuovo pianale

La LS500h nasce sulla nuova piattaforma globale GA-L – la più rigida mai realizzata da Lexus, con un baricentro ribassato grazie al posizionamento di gran parte dei pesi nella parte centrale della vettura, per dare all’auto migliore maneggevolezza.  “Il baricentro più basso – ci dice ancora Toshio Asahi – è quel che serve per la guidabilità di una grande berlina. E' ciò che chiedono oggi i clienti”.

Tag

Lexus  · Novità  · Salone di Ginevra  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La compatta ibrida del marchio giapponese torna in Europa puntando soprattutto sul safety pack, offerto non più come optional. Prezzi da 31.900 euro

· di Monica Secondino

La coupé 2+2 giapponese lancia il guanto di sfida alle rivali tedesche puntando tutto sul sistema ibrido e una nuova trasmissione sportiva. Prezzi da oltre 100 mila euro

· di Redazione

Le 36.405 vetture del marchio giapponese uscite dai concessionari nei primi sei mesi del 2016 fanno segnare un +16%. Best seller il nuovo NX con 12.689 unità