Ultimo aggiornamento  20 marzo 2019 06:11

Andreste con Musk sulla luna?

Paolo Borgognone ·

Elon Musk, fino a oggi ha creato auto elettriche (e le sta costruendo anche autonome) promettendo di rivoluzionare le nostre vite: ma intanto, tenendo fede ad un'altra delle sue promesse che sembravano a molti irrealizzabili, ci porta sulla luna. O meglio due fortunati passeggeri che hanno pagato profumatamente un passaggio sulle navicelle di Space X - il marchio che lo stesso Musk ha fondato proprio per favorire la colonizzazione dello spazio - per portarli vicino al nostro satellite.

Biglietto pronto, si parte a fine 2018

E' stato Musk stesso a divulgare in una videoconferenza alcune notizie circa questo viaggio che dovrebbe avvenire nella seconda metà del prossimo anno. Pur tenendo segreta l'identità dei due fortunati cosmonauti, Musk ha assicurato che "i due si conoscono tra loro e sanno bene i rischi a cui vanno incontro". Il capo di Tesla ha anche confermato che non si tratta di "personalità di Hollywood". E che, prima di partire, dovranno comunque sottoporsi ad un periodo di allenamento, simile a quello degli astronauti. Il lancio, previsto per la fine del prossimo anno, avverrà dal Kennedy Space Center, noto anche come Cape Canaveral - precisamente dalla piattaforma 39A - la stessa utilizzata per spedire gli Apollo sulla luna e per alcune missioni dello Space Shuttle e da cui Space X ha effettuato il suo ultimo lancio poche settimane fa. 

Razzo robot

A condurre i due non ci saranno degli astronauti ma il razzo Dragon, su cui prenderanno posto sarà a guida autonoma. Sarà quindi il veicolo a portare i suoi occupanti verso il satellite naturale, in una missione che durerà almeno una settimana e che li vedrà coprire una distanza di oltre 640.000 chilometri. Non ci sarà, ovviamente, un "allunaggio", ma il razzo si limiterà a "un lungo giro intorno alla luna", come ha spiegato Musk e sfiorerà la superficie

Grazie anche alla Nasa

Tutto questo, si conferma alla Space X, è comunque soggetto dalla amministrazione federale americana per il volo che dovrà dare l'ok definitivo. In una nota la società ha anche ringraziato la Nasa senza la quale - si legge - "nulla di tutto questo sarebbe possibile". Dopo la teleconferenza Musk ha twittato sul suo profilo un semplicissimo messaggio; "Portami sulla luna...ok". 

Tag

Elon Musk  · Nasa  · Space X  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il costruttore e la Jaxa - l’agenzia aerospaziale nipponica - collaborano per mettere a punto un mezzo biposto a sei ruote in grado di muoversi sulla superficie del nostro...

· di Carlo Cimini

Il costruttore americano fallisce ancora l'obiettivo di produzione della nuova berlina. Consegnati solo 1.550 esemplari da settembre a dicembre, la metà

· di Carlo Cimini

Il presidente Erdogan annuncia la produzione di un'auto a batteria realizzata da un consorzio locale. Poi riceve Elon Musk: hanno parlato di una fabbrica per Tesla?

· di Paolo Borgognone

Il ceo di Tesla parla del futuro: in auto autonoma da Los Angeles a New York entro il 2017, un milione di coloni su Marte entro 50 anni e tanti tunnel anti traffico

· di Francesco Paternò

L’esplosione del missile di Space X, il nuovo aumento di capitale per Tesla e la crisi di cassa, i mal di pancia per la fusione con Solar City. Un terzo trimestre cruciale