Ultimo aggiornamento  24 aprile 2019 12:26

Mobileye, occhio alla sicurezza.

Redazione ·

A New York sono stati appena installati 4.500 sistemi elettrici di sicurezza attiva che, a bassa velocità, evitano la collisione nel traffico su altrettante vetture delle flotte di Uber e Lyft, app che gestiscono il servizio taxi privati. 

Guidatore all'erta

Prodotti dal colosso israeliano del settore Mobileye, i sistemi sono stati installati col contributo della società assicurativa Atlas Financial Holdings. Questi moderni strumenti utilizzano un sensore visivo ad altissima risoluzione che analizza ogni potenziale scenario di pericolo in tempo reale, allertando i conducenti e dandogli quindi il tempo di reagire. "I servizi di ride sharing - si legge in una nota diffusa da Mobileye - stanno conoscendo un successo senza precedenti nelle città di tutti gli Stati Uniti. E' imperativo che i veicoli impegnati in questa attività si dotino dei sistemi più avanzati che garantiscano la sicurezza di guidatori e utenti". 

Occhio su chi guida

Il direttore del Business Development di Mobileye, David Moran, ha confermato: "Il nostro sistema rassicura chi sale a bordo sul fatto che la più moderna tecnologia è al suo servizio per garantire la sicurezza e accrescere la consapevolezza di chi guida". Al sistema è integrata una funzione, chiamata Pointer Telocation, che permette di valutare anche da remoto i comportamenti al volante di chi siede alla guida.

Tag

Atlas Financial Holdings  · Lyft  · Mobileye  · Uber  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

L'azienda giapponese intende investire circa 1,4 miliardi di euro nella Gigafactory di Tesla ed essere protagonista nel segmento delle auto a batteria

· di Francesco Paternò

Un sistema paese che lavora per l’industria tech attirando costruttori e non solo. Mobileye comprato da Intel per 14,7 miliardi di dollari

· di Redazione

La Bbc racconta la storia di una trentenne che, per arrotondare, consegna pacchi in bici per le vie di New York per conto della società californiana

· di Redazione

L'applicazione californiana di taxi privati festeggia in un tweet 100 milioni di corse a New York negli ultimi quattro anni