Ultimo aggiornamento  16 dicembre 2019 13:37

Bmw, 40 auto robot in arrivo.

Redazione ·

Una flotta di 40 Bmw autonome in strada a partire dalla seconda metà dell'anno: per realizzare questo progetto - propedeutico alla commercializzazione della iNEXT, la prima auto totalmente robotizzata del costruttore bavarese prevista per il il 2021 - la Casa di Monaco ha stretto un accordo con due nomi di spicco del settore, Intel e Mobileye

Piattaforma per tutti

Le tre realtà industriali hanno realizzato, in questi mesi, una piattaforma che fungerà da base per i prossimi test e che è anche a disposizione di altre aziende interessate allo sviluppo delle auto autonome. I test vedranno 40 Serie 7 completamente adattate alla realtà della guida robotica, grazie al lavoro comune delle tre aziende. BMW sarà infatti responsabile di tutta la parte riguardante l'automobile, tra cui l'integrazione tra i vari componenti, la fornitura di motori altamente performanti e la costruzione di nuovi prototipi. Intel, dal canto suo, introdurrà  innovativi elementi di computeristica ad alte prestazioni, compresa l'ultimissima versione del sistema di guida autonoma Intel GO. Mobileye contribuirà con il suo processore computerizzato EyeQ5 che è responsabile della raccolta dei dati a 360 gradi intorno all'auto e della loro elaborazione per fornire tutti gli strumenti necessari alla intelligenza artificiale alla guida dell'auto. 

Speranze comuni 

I partecipanti alla joint venture hanno manifestato grande fiducia nell'accordo e nelle successive applicazioni pratiche di quanto si imparerà dai test in strada. Klaus Frolich, membro del board management di Bmw ha detto: "Dietro la cooperazione con Mobileye e Intel c'è il desiderio di rendere realtà il sogno della guida autonoma. La partnership che abbiamo costruito ha tutto quello che serve per superare le grandi sfide che ancora si frappongono alla commercializzazione delle vetture guidate dai robot". Brian Krzanich, ceo di Intel, ha sottolineato, che "nell'ottica della costruzione di una piattaforma comune che sia trampolino di lancio all'auto autonoma, l'accordo che abbiamo raggiunto sta dando già i suoi frutti. Abbiamo assistito  sia ad una accelerazione dei processi produttivi, che un sensibile risparmio negli investimenti necessari. Stiamo entrando su un terreno nuovo, dove lavorare insieme sarà fondamentale per ottenere gli obiettivi comuni". 

Tag

BMW  · Guida Autonoma  · Intel  · Mobileye  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La Casa tedesca vuole un altro costruttore per lavorare alla piattaforma di guida autonoma insieme a Fca, Mobileye, Continental, Intel e Delphi Automotive

· di Paolo Odinzov

Inside Future, il prototipo dell'automobile di domani. Un abitacolo rivoluzionario e tanta tecnologia prossimamente disponibile anche su auto di serie

· di Redazione

Il colosso telematico di Santa Clara mette sul piatto 250 milioni di dollari in due anni: obiettivo, un ulteriore sviluppo della guida autonoma