Ultimo aggiornamento  20 aprile 2019 22:33

Rotterdam, allo stadio col robot.

Paolo Borgognone ·

Allo stadio in pullman: guida il robot. Il sogno avveniristico diventerà realtà a Rotterdam a partire dal 2018 quando sarà stato completato il Feyenoord City Stadium, il nuovissimo impianto da 63.000 posti per la squadra di calcio più famosa della città olandese. 

Già in strada

L'impianto, costruito sulle rive del fiume Nuova Mosa, un affluente del Reno che bagna la città del sud dell'Olanda, verrà servito dalla nuova generazione del Park Shuttle, il sistema di mezzi pubblici a guida autonoma in funzione già dal 1999 nel vicino Rivium Business Park. Si tratta di piccoli bus - realizzati dalla società olandese 2GetThere -  che trasportano fino a 24 passeggeri ogni corsa e spostano ognuno 2.000 persone al giorno, all'interno del distretto affaristico di Rotterdam. Già dal 2006, quando è stata introdotta la seconda generazione dei Park Shuttle, questi si muovono in totale autonomia - senza nessun addetto né al volante né all'interno del mezzo - lungo un percorso di 1.800 metri con cinque "stazioni" intermedie sotto il controllo di un solo operatore da remoto. Una parte del percorso è su strada libera e quindi soggetta al traffico. 

Un parco per la città

Il servizio collegherà l'impianto oggi in costruzione con una zona di interesse residenziale, commerciale e sportivo che nascerà al posto del "De Kuip", lo storico stadio del Feyenoord - inaugurato nel 1937 - a meno di un chilometro di distanza. Il vecchio impianto  verrà totalmente riconvertito e comprenderà anche 89.000 metri quadri di parco adibito a verde pubblico. In particolare il progetto prevede che i mezzi a guida robotica si muovano trasportando i tifosi lungo gli 800 metri di lunghezza di una strada che sarà appositamente costruita tra il parco e il Feyenoord City Stadium, denominata "The Strip"

Tag

2GetThere  · Feyenoord  · Guida Autonoma  · Olanda  · Rotterdam  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

La nuova casa dei D.C. United di Erik Tohir prenderà il nome del marchio auto tedesco. Ventimila posti solo per il calcio, a partire dal 2018