Ultimo aggiornamento  14 ottobre 2019 17:13

Honda X-adv, suv a due ruote.

Antonio Vitillo ·

Il suv, categoria imperante nell'auto, si è fatto moto. Si chiama X-Adv ed è il modo in cui Honda, battendo sul tempo tutte le aziende concorrenti, sceglie di interpretare il nuovo segmento. Nato come esercizio stilistico dei designer italiani del reparto R&D Honda a Roma, ora è realtà che, alla prova dei fatti, unisce la comodità di un comune maxi scooter da città alla consistenza di una moto, anzi di una maxi enduro.

Figlio di Integra

X-Adv deriva da quella magica alchimia fra scooter e moto chiamata Integra, dalla quale prende il motore bicilindrico di 745 centimetri cubici, il cambio sequenziale a sei rapporti, da usare sia in modalità automatica sia manuale, con doppia frizione adattiva. Il telaio è stato sostanzialmente adattato ad andare su strade sterrate, quindi adottando una diversa angolatura del cannotto di sterzo ed operando in associazione a sospensioni con più ampia escursione. Lo scooter Honda X-Adv, effettivamente apre alla possibilità di percorrere terreni inesplorabili ai convenzionali due ruote da diporto urbano.

Rombo da off road

Il rumore di scarico è appassionante, ricordando con discrezione quello delle moto fuoristrada. I 55 cavalli di potenza sono ben distribuiti, con la coppia motrice che lavora omogenea. L’accelerazione è continua, difficile è percepire il cambio marcia, se non per l’indicazione sul cruscotto dei rapporti che salgono e scendono. Il sistema funziona autonomamente in maniera egregia, con fluidità ed è sempre pronto a rapportarsi alle condizioni di guida. Salite e discese vengono trattate diversamente, con rapporti adeguati.

Motore e ciclistica

Sono quattro le diverse modalità di funzionamento automatico, dalla più parca Drive ai tre diversi livelli Sport, quelli che aiutano al pilota ad esaltarsi fra le curve in successione, cambi di inclinazione che un’equilibrata ciclistica rende veloci e dinamicamente stabili. Il DCT è pressoché perfetto, su strada difficile sentire la necessità di usare le palette al manubrio per aggiungere o togliere manualmente una marcia.

Fuoristrada si può osare ben oltre quei limiti proibiti ad un comune scooter, praticamente entro gli stessi affrontabili da maxi enduro ritenute prestigiose. Sabbia e sterrati fra i boschi diventano divertenti, non stressanti. Lo X-Adv si percepisce solido, robusto, grazie soprattutto alla piastra metallica di protezione posta sotto al motore. Ed è facile montare le pedane aggiuntive per guidarlo in piedi quando il terreno si fa scivoloso, ma sono un optional.

Di serie sono i paramani al manubrio biconico adottato dall’Africa Twin. E poi freni a pinza radiale, potenti quanto serve, progressivi nel rispondere, sicuri anche di un Abs poco invasivo. I consumi medi dichiarati sono pari ad oltre 27 chilometri per litro, fornendo un’autonomia di oltre 350 chilometri. Il nuovo Honda X-Adv è disponibile in quattro colorazioni al prezzo di 11.490 euro f.c.. 

Tag

Due ruote  · Honda X-Adv  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Dal motore elettrico all'assistenza alla guida, fino a un sistema che tiene il mezzo in equilibrio. Moto, le novità Honda al Motorshow di Tokyo

· di Antonio Vitillo

La versione 2017 dello scooter giapponese (e pensato innanzitutto per il mercato francese), è elegante, ha un motore brillante e dai consumi ridotti

· di Antonio Vitillo

La sesta versione della leggendaria due ruote a batteria parteciperà al Tourist Trophy sull'isola di Man, dove ha già vinto per 3 anni consecutivi

· di Redazione

Rimini Off Road cosparge sabbia, terra e fango su 84.000 metri quadrati dove 120 costruttori danno spettacolo fino a domenica

· di Antonio Vitillo

La moto giapponese è stata portata a battere il record di altitudine, sfiorando i 6.000 metri sul livello del mare fra Argentina e Cile

· di Antonio Vitillo

Arriva la versione 2017 dello scooter Honda a ruote alte che fin qui ha battuto i record di vendita. Più tecnologico e più efficiente nei consumi

· di Antonio Vitillo

Presentato a Milano il nuovo gioiello di derivazione giapponese ma dal cuore tutto italiano. Una novità assoluta destinata a fare breccia sul mercato