Ultimo aggiornamento  19 marzo 2019 00:57

Shopping d'auto in Malesia.

Redazione ·

Grandi manovre anche nel mondo dell'auto in Asia. Secondo Autocar, la celebre rivista britannica, il costruttore malese Proton potrebbe passare di mano ed entrare nell'orbita Psa, per altro impegnato in trattative con la Gm per rilevare i marchi europei Opel e Vauxhall. Nel frattempo il più rinomato brand controllato dai malesi, quello storico della Lotus, avrebbe attratto l'attenzione dei cinesi di Geely

Aumentare la produzione

Nei mesi passati c'erano stati dei contatti infruttuosi tra Geely e Proton, soprattutto dopo che quest'ultimo gruppo era finito in grave difficoltà finanziaria. I francesi di Psa sarebbero interessati a rilevare il gruppo malese per costruire lì un nuovo impianto con il progetto di aumentare la produzione in loco dagli attuali 150.000 esemplari l'anno ad oltre 2 milioni

Leggenda in vendita

Per ottenere più liquidità, il gruppo malese Drb-Hicom, che controlla Proton, avrebbe poi deciso di mettere sul mercato Lotus puntato dai cinesi di Geely, gruppo proprietario di Volvo. Non è la prima volta che la Lotus - fondata dal leggendario Colin Chapman a Norwich nel 1952 - si trova in difficoltà. Quando sei anni fa Proton finì - come oggi - in grave crisi finanziaria, a salvarla intervenne Drb-Hicom. I movimenti intorno al marchio britannico potrebbero essere facilitati dal fatto che nel 2016, per la prima volta dopo venti anni, Lotus ha chiuso la gestione finanziaria in attivo.

Tag

Drb-Hicom  · Lotus  · Proton  · PSA  · Zeehang Geely Holding Group  · 

Ti potrebbe interessare

· di Enrico Artifoni

Il gruppo francese si prepara ad acquistare Opel, potendo contare su un consistente aumento delle vendite (+ 5,8%) e dell'utile operativo (+18%) nel 2016

· di Enrico Artifoni

Tecnologia europea, fabbricazione cinese e vendite online per tenere bassi prezzi. Il primo modello sarà un suv compatto ibrido e iperconnesso, in Europa dal 2018