Ultimo aggiornamento  20 settembre 2019 03:25

Infiniti Q60, potenza elegante.

Enrico Artifoni ·

Potenza, prestazioni, prestigio. La legge delle tre “P”, da cui discende la quarta: “P” come premium. Cioè i modelli delle marche tedesche che vanno per la maggiore in Europa e (un po’ meno) altrove. Ma anche altri come la giapponese Infiniti, anima dell'alto di gamma dell'alleanza Renault Nissan, con vendite che nel Vecchio Continente sono finalmente decollate. Il merito è di un'offerta che punta dritto al cuore del mercato come la compatta Q30. Ma anche al consolidamento dell’immagine, il compito che spetta invece alla nuova coupé Q60.

Eleganza e potenza

Derivata dalla berlina medio-grande Q50, la coupé sportiva di terza generazione è più larga e più bassa rispetto alle precedenti G35 e G37 (solo quest’ultima commercializzata in Europa) e ispira il proprio stile al concetto di “potente eleganza”. Come d'altronde le altre esponenti della famiglia, ma con una sottolineatura in più per le performance garantite dal nuovo motore 3 litri V6 biturbo a iniezione diretta di benzina, associato a un cambio automatico a sette rapporti che scarica i 405 cavalli di potenza e i 475 Nm di coppia su tutte e quattro le ruote, in proporzione variabile alla necessità.

Sei le modalità di guida

Le sospensioni adattative a controllo elettronico DDS e lo sterzo elettronico “by wire” (cioè senza collegamento meccanico alle ruote), ora molto più diretto e progressivo rispetto all’esordio sulla Q50 tre anni fa, garantiscono al tempo stesso un comfort di marcia elevato e quella precisione di guida da cui non può prescindere una vera sportiva. Fa da ago della bilancia il Drive Mode Selector, che permette di scegliere fra ben sei modalità.

Touch dipendenza

Nell’abitacolo la qualità dei materiali (oltre agli interni in pelle, gli inserti in carbonio o in fibra d’argento) e la cura delle finiture danno la misura della ricercatezza della nuova coupé di Infiniti, che si distingue anche per i due schermi touch a centro plancia e il raffinato impianto audio Bose. Completano la dotazione ben 15 sistemi di ausilio alla guida (di serie o in opzione a seconda della versione) e sul versante della connettività l’integrazione con lo smartphone del guidatore che permette anche l’avviamento a distanza. Alla versione top, in vendita in Italia a partire da 62.400 euro, si affianca come “entry level” la Q6 spinta dal 2 litri turbo a iniezione diretta da 211 cavalli, con il medesimo cambio automatico e la trazione posteriore che si può avere a partire da 46.900 euro.

Tag

coupé  · Infiniti  · Infiniti Q60  · Nissan  · Premium  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Andrea Cauli

Al Salone del Michigan la Casa giapponese presenterà un'anteprima di quello che sarà il suo nuovo suv di medie dimensioni. E con lui, guida autonoma e nuovo turbo benzina

· di Laura Mantovanini

Il marchio premium dell'Alleanza Renault - Nissan è ormai pronto a superare le 215 mila unità vendute nel 2015. E grazie a Q60 e QX30 anche il 2017 può essere positivo

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Il nuovo crossover del marchio premium dell'Alleanza Renault - Nissan prodotto a Sunderland arriva in questi giorni sul mercato italiano puntando tutto (o quasi) sul confort