Ultimo aggiornamento  21 agosto 2019 11:04

Wrc, Toyota vince dopo 17 anni.

Marco Perugini ·

Il secondo appuntamento con il Mondiale Wrc in Svezia porta al successo la Toyota Yaris di Jari-Matti Latvala, seguita dalle due Ford Fiesta del team M-Sport di Ott Tanak e Sebastien Ogier. Tornato a correre nel 2017, il costruttore giapponese non vinceva da 17 anni. Hyundai si rimprovera l’ennesima occasione sprecata, mentre Citroen fatica ancora a trovare competitività.

Già nelle prime battute di giovedi, il finlandese Latvala e il belga Neuville sono stati protagonisti di un continuo testa a testa, dominato fino a sabato dal top driver di Hyundai che però ha vanificato tutto con un errore nell’arena di Karlstadd che gli è costato la rottura dello sterzo. Da allora la supremazia della Yaris è stata schiacciante e Latvala si è aggiudicato le ultime tre prove speciali in programma, compresa la power stage finale che assegna ulteriori vantaggi al vincitore. Continua a brillare la Ford Fiesta, soprattutto con l’estone Ott Tanak che si impone in 4 delle 17 prove disputate su 18 programmate.

Una prova annullata

L’annullamento della speciale n. 15 (la più lunga sulle nevi svedesi con 31 chilometri cronometrati) lancia un segnale importante: l’analisi dei rischi potenziali derivanti dal tracciato e dal fondo innevato porta gli organizzatori a cancellare la prova, stimando una velocità media sul percorso di oltre 137 chilometri orari per gli equipaggi in lotta per la vittoria.

Hyundai e Citroen

Hyundai non può consolarsi con il quarto posto dello spagnolo Dani Sordo, appena fuori dal podio come a Montecarlo, visto anche che il neozelandese Paddon è solo settimo, staccato di oltre sei minuti e mezzo dal vincitore: l’auto va forte, ma serve un atteggiamento più maturo dei piloti, soprattutto del focoso Neuville. I tifosi Citroen devono ancora pazientare: la prima guida britannica Kris Meeke fatica a trovare il feeling con la sua C3, giungendo 12° a più di 10 minuti da Latvala. Nello stesso team fanno meglio l’irlandese Breen (5°) e il francese Lefebvre (8°).

Italia al palo

Non ci sono piloti italiani tra i 32 equipaggi che hanno concluso la gara. Le speranze tricolori erano riposte in Lorenzo Bertelli, ma la sua Ford Fiesta ha subito accusato problemi, costringendolo al ritiro nell’ultima giornata di gara. La disponibilità di una nuova vettura con gli aggiornamenti 2017 lo renderà più competitivo già dalla prossima gara.

La classifica piloti

Dopo due prove il finlandese figura in vetta alla classifica piloti con 48 punti, quattro in più di Ogier e undici sopra Tanak. Seguono Sordo (25 punti), Breen (20) e Evans (18). Bisogna arretrare all’8° e al 9° della graduatoria mondiale per trovare Neuville e Paddon. Tra i costruttori, il team M-Sport su Ford è primo con 73 punti, davanti a Toyota Gazoo Racing (53), Hyundai Motorsport (40 ) e Citroen Total Abu Dhabi (26). La sfida è appena cominciata e i tanti punti a disposizione nelle prossime 11 gare rendono incerto ogni pronostico.

Prossima tappa in Messico

Team e tifosi si danno appuntamento per la terza tappa del Mondiale sullo sterrato del Messico, dal 10 al 12 marzo. Si corre nel cuore del Centro America tra Guanajuato, Leon, Silao e Irapuato, 400 chilometri a nord-ovest di Città del Messico. L’anno scorso Latvala è arrivato davanti a tutti, mentre dal 2013 al 2015 ha sempre dominato Ogier.

Tag

C3  · Citroën  · Fiesta  · Ford  · Hyundai  · i20  · Rally  · Svezia  · Toyota  · Wrc  · Yaris  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Via al Rally lusitano. I big si contendono il campionato, torna a correre Fabio Andolfi di ACI Team Italia su Hyundai i20

· di Marco Perugini

Vince con la Hyundai i 20, mentre Ogier con la sua Ford Fiesta punta al mondiale. Inseguono la Toyota Yaris e la Citroen C3

· di Marco Perugini

Il Mondiale Rally torna in Sud America per un weekend adrenalinico, dopo quattro vincitori nelle prime quattro gare del campionato

· di Marco Perugini

Il belga e la Hyundai finalmente primi. In quattro gare iridate hanno vinto altrettanti piloti e auto: mondiale rally apertissimo e appassionante

· di Marco Perugini

Il mondiale rally sbarca in Corsica per il quarto appuntamento della stagione. Lotta aperta per il titolo dopo i trionfi di Ogier, Latvala e Meeke

· di Marco Perugini

In Messico trionfa Meeke su C3. In tre gare, tre marchi diversi sul gradino più alto. Sul podio anche Ogier (Ford) e Neuville (Hyundai)

· di Marco Perugini

Al via la seconda gara del Mondiale Rally che impegna 96 auto fino a domenica. Hyundai e Citroën in cerca di riscatto contro Ford e Toyota

· di Marco Perugini

Il campione francese si conferma sulla Ford Fiesta. Buon risultato per Toyota e Hyundai. Delude Citroën. Inizio promettente per i piloti italiani, in 6 tra i primi 50