Ultimo aggiornamento  24 aprile 2019 14:53

Bambini, il gioco della mobilità.

Marina Fanara ·

Giocare alla mobilità, nel rispetto dell'ambiente e delle regole della strada. Protagonisti: i bambini delle scuole elementari di Milano che, insieme a insegnanti e genitori, sono invitati a partecipare a "Siamo nati per camminare", un progetto ludico realizzato e curato dall'associazione Genitori antismog, in collaborazione con il Comune e il sostegno della Fondazione Cariplo. Quest'anno, per la sua settima edizione che si terrà dal 20 al 24 marzo, il messaggio è "Giocando insieme, faremo strada".

I bambini imparano presto

"La nostra iniziativa", ci spiega Francisca Parrino, responsabile del progetto e di Genitori antismog, "nasce da una profonda convinzione: i bambini non sono degli sprovveduti, hanno tutti gli strumenti per valutare ciò che li circonda. Ecco perché riteniamo che ciò che si impara da piccoli, attraverso il gioco e le esperienze più emozionanti, non si scorda più". Parrino sottolinea che l'evento è ispirato alla diffusione, attraverso i bambini, di modelli di mobilità sostenibile, ma "non per modificare nel breve termine le loro abitudini di spostamento, ma per educarli nel tempo, attraverso sensazioni positive legate, per esempio, all'andare a scuola a piedi, al rispetto e al valore delle regole e della qualità delle relazioni che instauriamo con chi condivide con noi le strade della città. Una leva, questa, per una mobilità favorevole alla salute e al benessere di tutti".

Mandiamoli a scuola da soli

La parola chiave che anima il progetto, ci dice ancora la responsabile, è "promuovere l'autonomia dei piccoli, fondamentale per farli crescere in modo sicuro e consapevole. Per esempio, i bambini che vanno a scuola da soli imparano ad avere prontezza di riflessi e si abituano gradualmente a riconoscere ed evitare i pericoli della strada. Viceversa, come sostengono psicologi, pediatri e sociologi, i figli che sono sempre accompagnati dagli adulti, già durante l'adolescenza rischiano grosse difficoltà nel muoversi da soli in bici o peggio in motorino. Semplicemente, perché sono impreparati".

Mobilità sostenibile è cultura

Al progetto possono partecipare interi istituti o solo alcune classi, dopodiché nelle giornate della manifestazione gli alunni sono invitati a fare squadra e recarsi a scuola a piedi, in bici, in monopattino, sui mezzi pubblici. Sarà compito dei presidi e degli insegnanti raccogliere i dati sui percorsi effettuati dai piccoli che, nel frattempo, prepareranno degli elaborati, tipo disegni e composizioni, sulle esperienze vissute. Alla fine, le classi più virtuose riceveranno un premio messo in palio dal Comune e, più in particolare, dagli assessorati Istruzione e Cultura: ingressi omaggio per i bimbi e genitori per assistere agli spettacoli al Teatro della Scala e visite gratuite ai musei. 

Un progetto che piace

Fin qui il bilancio è più che positivo: dal primo anno, nel 2009, al 2016 "Siamo nati camminare" è passato da 4.500 partecipanti a 22.203, con l'adesione di circa la metà di tutte le scuole primarie milanesi pubbliche e paritarie. Nell'ultima edizione, quasi il 60% dei bambini è andato e tornato da scuola a piedi, il 9% con i mezzi pubblici, il 7% in bici, il 4% in monopattino. Per il resto, circa il 20% è stato accompagnato in auto e il 3% in moto, il più delle volte per necessità, puntualizza l'associazione dei genitori.

Le richieste alle istituzioni

"Il risultato è inconfutabile", ci dice ancora Francisca Parrino, "l'iniziativa, oltre a coinvolgere i bambini, sta muovendo un esercito di genitori e insegnanti. Ora, chiediamo uno sforzo in più alle istituzioni: favorire la ciclabilità con l'installazione delle rastrelliere in tutte le scuole, abbonamenti gratuiti ai mezzi pubblici per i ragazzi fino ai 14 anni, zone 30 o interdette al traffico intorno agli istituti primari. L'unione fa la forza, ce lo meritiamo".

Tag

Bambini  · Milano  · Mobilità sostenibile  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Si chiama Kids Go Green Ii progetto ludico avviato dal Comune per insegnare ai più piccoli a muoversi nel rispetto dell'ambiente. Si è appena aggiudicato un prestigioso premio

· di Marina Fanara

Climb, sistema tecnologico per i tragitti casa-scuola percorsi a piedi, è tra le migliori best practice italiane presentate all'incontro sui trasporti tra i grandi del mondo

· di Marina Fanara

Bici, veicoli elettrici e mezzi condivisi: sono le modalità suggerite nel Manifesto dei bambini del Comune piemontese per muoversi tutelando la salute e l'ambiente

· di Carlo Cimini

Il Brucofarfalla, casa editrice romana costituita da persone con disabilità intellettive, ha presentato un audiolibro per i più piccoli da ascoltare in auto

· di Marina Fanara

Il progetto didattico della Michelin per la mobilità sostenibile compie 10 anni. Quest'anno si sfidano 2.200 classi. All'idea vincente vanno 1.800 euro

· di Marina Fanara

21 marzo, Fiab organizza "Tutti a scuola a piedi o in bicicletta". Un assaggio della 18esima edizione di "Bimbimbici" del prossimo 14 maggio

· di Marina Fanara

Risultati record per Traffic snake game, la campagna europea per incoraggiare i bambini ad andare a scuola a piedi o in bici

· di Marina Fanara

Piacenza dedica la Giornata mondiale dell'infanzia a Liberi di muoversi: un progetto per garantire ai piccoli modi di trasporto più salutari nei percorsi casa-scuola

· di Marina Fanara

Da un'indagine del Comune sugli spostamenti casa-scuola emerge che la maggior parte dei genitori accompagna i figli in auto. Ma il 70% dei ragazzi preferisce le due ruote

· di Marina Fanara

È la nuova "superstrada" per i più piccoli di Casalmaggiore. Scorre ai margine del Po fino alla scuola e ai luoghi principali della città. Evitando i pericoli del traffico