Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2018 08:20

Heathrow, l'aeroporto contro i diesel.

Colin Frisell ·

Duemila sterline di incentivo ad ogni lavoratore che rottami la sua auto diesel per sostituirla con un veicolo più "verde". La proposta viene da Heathrow, l'aeroporto londinese da oltre 70 milioni di visitatori l'anno, che lo rendono il più trafficato scalo del vecchio continente

Auto nuove

Lo schema - in discussione in questi giorni anche con i sindacati - prevede che gli oltre 27.000 dipendenti sia dello scalo che delle compagnie aeree e di trasporto che lavorano nella zona nel sud ovest di Londra e che si recano al lavoro guidando un'auto diesel ricevano un incentivo per rottamarla e sostituirla con un modello ibrido o elettrico. Metà della cifra arriverebbe sotto forma di sconto da parte delle Case costruttrici che beneficerebbero di molti nuovi ordini. 

Multa in arrivo

La proposta, attualmente al vaglio anche dei tecnici governativi di Whitehall, si inserisce nel progetto di lotta all'inquinamento che si sta portando avanti si aa livello governativo che locale nella zona di Londra. E' di queste ore la notizia che l'Unione europea starebbe pensando ad un multa nei confronti del Regno Unito per non aver tagliato i limiti di No2 ai livelli imposti dalla legislazione continentale. 

Terza pista

La proposta si inserisce nel quadro delle azioni che la Baa  - la società che gestisce lo scalo londinese - sta intraprendendo per migliorare la qualità dell'aria nella zona di Heathrow. Solo poche settimane fa la stessa società aveva chiesto che la zona della M4, l'autostrada che porta all'aeroporto, venisse inclusa nella zona Low Emission della capitale inglese. In questo modo, a oltre un milione di veicoli diesel inquinanti all'anno verrebbe impedito di  transitare nella zona. Abbassare il livello dell'inquinamento potrebbe aiutare anche a rassicurare i tanti oppositori della terza pista per l'aeroporto che dovrebbe diventare operativa entro il 2025. 

Tag

Diesel  · Heathrow  · Londra  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Il distretto centrale di Westminster è il primo a prevedere una tariffa di parcheggio più alta per le auto a gasolio: quasi 3 euro l'ora in più