Ultimo aggiornamento  26 maggio 2019 20:14

Shell, una ricarica e un caffè.

Carlo Cimini ·

All'interno dei tradizionali distributori di benzina e gasolio, sia la Shell che la compagnia petrolifera francese Total, installeranno una serie di colonnine per la ricarica di auto elettriche.

A presto anche wireless

Il programma di Shell, in Gran Bretagna e nei Paesi Bassi, prevede già da tempo, l'aggiunta di stazioni di ricarica elettrica e l’importanza di poter contare, a breve termine, su una rete di ricarica wireless. Concepire la sosta alla stazione di servizio in maniera diversa: la ricarica prevede un "pieno" più lungo rispetto al rifornimento con il carburante e il cliente avrà la possibilità, nell'attesa, di bersi un caffè o mangiare qualcosa.

Shell per l'ambiente

In questo senso, un ampliamento verso le tecnologie di ricarica per auto elettriche confermerebbe l’attenzione posta da Shell verso una mobilità più sostenibile. E non solo: le colonnine possono diventare anche una forma ulteriore di business per i distributori di carburante. Molte stazioni di ricarica si trovano già in prossimità di ristoranti, centri commerciali o supermercati. La mobilità a emissioni zero è rivolta soprattutto a un ruolo chiave che le auto elettriche hanno sulle questioni legate all’inquinamento atmosferico e al raggiungimento degli obiettivi sul clima.

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Il colosso energetico punta ancora su petrolio e derivati. Nel 2025 però il 20% del suo fatturato arriverà dalla vendita di elettricità per auto