Ultimo aggiornamento  21 marzo 2019 07:09

Roma: 14,7 milioni per la smart mobility.

Marina Fanara ·

Roma punta sulla mobilità intelligente e intende spendere 14,7 milioni di euro nelle nuove tecnologie per alleviare la morsa del traffico e sconfiggere l'emergenza smog. L'infomobilità è una specifica voce di spesa inserita nel bilancio approvato in Campidoglio, che prevede investimenti pari a poco più di 577 milioni di euro spalmati per i prossimi tre anni, di cui la quota più importante, 430 milioni è destinata a trasporti e mobilità sostenibile.

Un nuovo modello di mobilità

"In una città attrattiva come Roma, dove ogni giorno si spostano milioni di persone tra lavoratori, studenti, pendolari e turisti", spiega a l'Automobile Andrea Mazzillo, l'assessore al Bilancio, "non si può non puntare e investire molte risorse, più che sui trasporti, su un nuovo modello di mobilità: moderna, tecnologica e a bassissimo impatto ambientale. Ne va della qualità della vita dei nostri cittadini e della credibilità della città e dell'intera nazione". In questa ottica rientrano gli interventi di infomobilità, che prevedono una serie di sistemi Its, tra cui semafori intelligenti e una centrale in grado di allertare gli automobilisti in caso di code e rallentamenti e suggerire eventuali percorsi alternativi. 

Nuove corsie preferenziali

La smart mobility disegnata dalla giunta capitolina punta a costruire un'alternativa integrata ed efficiente di modalità di spostamento che tra mezzi pubblici, taxi, percorsi ciclabili, car e ride sharing, spinga i romani a non usare l'auto di proprietà per arrivare in centro. "Anche questo è frutto di una scelta concordata e meditata", sottolinea l'assessore. "Piuttosto che imporre vincoli e limitazioni all'uso dell'auto, come succede in molte altre grandi città, a Roma occorre innanzitutto dare altre possibilità, a cominciare da mezzi pubblici efficienti e competitivi". Per velocizzare e aumentare la frequenza delle corse, per esempio, saranno realizzate nuove corsie preferenziali (investimento pari a 11,1 milioni di euro): tra quelle già individuate ci sono via Portuense, viale Marconi, via Nomentana-Monti Tiburtini, via Marmorata.

Più strade alle bici

Nel piano del Campidoglio ci sono altri interventi. Oltre alla prosecuzione dei lavori sulla linea C della metropolitana (297 milioni) e al rinnovo del parco autobus (20 milioni), verranno costruiti nuovi parcheggi nei nodi interscambio (20 milioni di euro) per agevolare l'intermodalità auto-mezzi pubblici. Quasi 13 milioni di euro andranno alla ciclabilità: saranno realizzate nuove piste, tra cui una lungo la via Nomentana, in costruzione dal prossimo settembre, mentre sono previsti parcheggi protetti per le bici, servizi di bike sharing e il completamento del Grande raccordo anulare per le biciclette (Grab), per il quale è previsto un ulteriore finanziamento di 8,3 milioni di euro. 

Sosta selvaggia: nessuna pietà

"Incentiveremo i romani a usare modi più puliti per spostarsi, non solo grazie a un trasporto pubblico più efficiente, ma anche con altri mezzi, come il parcheggio gratuito a chi usa un'auto elettrica", conclude l'assessore Mazzillo, "Per il resto, almeno per ora, niente divieti se non quelli già in vigore per i veicoli più inquinanti, innanzitutto i diesel, nei giorni di emergenza smog. L'unico disincentivo che useremo con fermezza è il contrasto alla sosta selvaggia: a Roma, oltre al traffico, c'è la cronica mancanza di parcheggi. Un problema che non scoraggia molti romani a usare comunque l'auto, per poi lasciarla dove capita, anche in doppia o tripla fila. Una maggiore repressione dovrebbe convincerli a cambiare abitudini". 

Tag

Mobilità sostenibile  · Roma  · Smart Mobility  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Impianti intelligenti "leggono" il traffico per evitare code negli incroci più congestionati e dare precedenza ai mezzi pubblici. Si parte da Flaminio, Parioli e Prati

· di Marina Fanara

Trasporti al centro dei progetti Pon Metro della Capitale che punta su sistemi intelligenti per tram e bus, piste e parcheggi per le bici e hub multimodali per i pedoni

· di Marina Fanara

Dopo 12 anni, l'azienda Cotral rinnova la flotta per i collegamenti regionali acquistando 400 nuovi mezzi diesel, su strada entro l'inizio del 2018

· di Marina Fanara

Mezzi pubblici, pedoni e bici: i trasporti sostenibili entrano nel dibattito della Consulta del Campidoglio per la salvaguardia della circolazione stradale

· di Marina Fanara

Il rapporto di Moovit sul trasporto pubblico nel mondo: la Capitale e il capoluogo campano sono le peggiori per attesa alle fermate e durata del viaggio

· di Marina Fanara

Il Campidoglio lancia un questionario online per conoscere gli spostamenti quotidiani dei romani. In premio tessere di bus e car sharing

· di Marina Fanara

La giunta ha deciso ulteriori restrizioni alle vecchie auto. In caso di emergenza inquinamento per più di 8 giorni, si fermano tutti i diesel non Euro 6