Ultimo aggiornamento  21 maggio 2019 05:37

Euro NCAP, 20 anni di test.

Redazione ·

Il 1997 è stato l'anno della clonazione della pecora Dolly, della ritrovata sovranità di Hong Kong, della tragica morte di Lady D. e della fondazione di Google. E anche l'anno della nascita di Euro NCAP, il protocollo internazionale che testa il livello di sicurezza delle auto sulle strade del vecchio continente.

Data storica

Fino a quel momento, il 4 febbraio del 1997, i test che venivano effettuati sulle auto per concedere l'omologazione - a carico della Case automobilistiche - non erano resi pubblici e quindi il cliente non poteva essere informato sull'effettivo livello di sicurezza dell'auto che acquistava. Grazie all'impegno della Fia, di alcuni dei più importanti automobile club europei, tra cui l'ACI, e di istituzioni pubbliche di prima piano, come il governo britannico, le cose cambiarono per sempre. 

Vite umane salvate

Da allora il consorzio di Euro NCAP ha sottoposto a test 1.800 vetture, contribuendo a salvare almeno 78.000 vite umane, spendendo in tutto oltre 160 milioni di euro. Oggi, a venti anni esatti dalla pubblicazione dei primi test, 9 auto su 10 tra quelle vendute nel vecchio continente dispongono di una valutazione a seguito dei test e l'industria automobilistica collabora pienamente allo sviluppo e alla diffusione di nuovi e sempre più performanti sistemi di sicurezza

Sicurezza per tutti 

Nel corso di questi due decenni i test si sono evoluti e oggi prendono in considerazione non soltanto gli occupanti dell'automobile, ma tutti gli utenti della strada, altri automobilisti, ciclisti, pedoni. Con gli ultimi protocolli approvati è diventato fondamentale  - per l'ottenimento delle famose 5 stelle che sono entrate di diritto anche nella pubblicità - che le vetture siano in grado di proteggere le persone, ma anche che sappiano evitare la collisione. Alcuni dei sistemi di sicurezza che erano soltanto degli optional e che i test di Euro NCAP hanno mostrato, invece, essere fondamentali per la salvaguardia delle vite umane, sono ora di uso comune: basti pensare agli airbag per guidatore e passeggeri, ai sistemi che avvertono del mancato uso delle cinture di sicurezza o all'Esc. Naturalmente il lavoro non è finito e a Euro NCAP stanno lavorando ad una roadmap definita "impegnativa" per il quinquennio 2020-2025

Europa, primato mondiale

Parlando del "compleanno" dei test, il segretario generale di Euro NCAP, Michael Van Ratingen ha detto: "Siamo fieri dei miglioramenti che il programma ha portato alla sicurezza delle nostre strade. Anche grazie a noi l'Europa è l'area mondiale col più basso tasso di incidenti mortali". Anche Andrew Miller, presidente di Euro NCAP conferma: "Prima di Euro NCAP esisteva solo la parola delle Case. Ora abbiamo i veicoli più sicuri mai costruiti e le informazioni sono disponibili a tutti".

Tag

ACI  · Euro NCAP  · Europa  · FIA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Un test del Texas Reality Education for Drivers ha dimostrato come vedere le conseguenze di un incidente negli ospedali sia utile per responsabilizzare i neopatentati

· di Redazione

Mercedes-Benz Classe A, Lexus Es e Hyundai Nexo - tutte premiate con le cinque stelle - sono le auto che si sono maggiormente contraddistinte nei crash test 2018

· di Redazione

La Nhtsa ha effettuato i crash test sulla Tesla e le ha assegnato la valutazione di 5 stelle in tutte le categorie. Primo Suv a ottenere questo risultato

· di Redazione

Massimo punteggio nei crash test per Mini Countryman, Škoda Kodiaq e Nissan Micra che, come Suzuki Swift, guadagna una stella col Safety Pack. ACI chiede più tecnologia

· di Redazione

La nuova Serie 5 passa il test con 5 stelle, il massimo dei voti. 3 stelle per Fiat Doblò, comunque ai primi posti della categoria "furgoni promiscui"