Ultimo aggiornamento  19 febbraio 2019 16:19

Volkswagen-Audi, insieme per Eva+.

Carlo Cimini ·

Volkswagen e Audi, marchio dello stesso gruppo tedesco impegnato in una ambiziosa strategia di rilancio di nuova mobilità, entrano a far parte del mondo Eva+, acronimo di Electric Vehicles Arteries.

Il corridoio elettrico

Il progetto di sviluppo di mobilità a batteria, nato per Italia e Austria, prevede la realizzazione di 200 stazioni di ricarica veloce "multi-standard" in grado di poter supportare la maggior parte dei veicoli a emissioni zero attuali e quelli della prossima generazione. Ce ne saranno 180 in Italia di tipologia Fast Recharge Plus di Enel, che permette di ricaricare in 20 minuti due veicoli elettrici in contemporanea, e 20 in Austria distribuite da Smatrics, società affiliata di Verbund, omologa austriaca di Enel.

Viaggiare nel futuro

La rete di adesioni al progetto sale così a 7 aziende. Oltre alle due sopra citate, è già presente Enel in qualità di coordinatore, Verbund e altri principali costruttori automobilistici come Renault, Nissan e Bmw. Condividono all'unisono l'obiettivo di Eva+ di realizzare un'infrastruttura di ricarica veloce per i veicoli elettrici lungo le principali strade ed autostrade dei due Paesi, in modo da sostenere lo sviluppo di un mercato per una mobilità più rispettosa dell'ambiente. Garantendo da subito ai possessori di veicoli elettrici di utilizzare il proprio mezzo anche fuori dai contesti urbani.

Tag

Audi  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L’acronimo Electric Vehicles Arteries è un nuovo progetto di mobilità a zero emissioni fra Enel, Verbund, Renault, Nissan, Bmw e Volkswagen Group Italia