Ultimo aggiornamento  23 maggio 2019 01:10

Mini, la Countryman sale al top.

Carlo Cimini ·

Neanche il tempo di arrivare nelle concessionarie e già la nuova Mini Countryman mette un'altra freccia al proprio arco: l'immancabile versione ad alte prestazioni John Cooper Works. Al debutto in società in aprile, al Salone di Shanghai, e negli show room della marca dall'estate prossima.

Grande e tosta

Con le opportune modifiche (paraurti specifici e prese d'aria maggiorate) il corpo vettura è quello della nuova generazione della Countryman, più lunga di 20 cm e più larga di 3 rispetto al modello precedente. Dunque anche più spaziosa e capiente. E con un abitacolo che si differenzia dalla versione standard per i sedili avvolgenti con poggiatesta integrati e il volante multifunzione dal disegno sportivo.

Cavalli a go go 

Come la 3 porte e la Cabrio di pari grado, la Contryman Jcw adotta, in sostituzione del precedente 1.6 sviluppato insieme con Psa, il due litri twin turbo da 231 cavalli e 350 Nm di coppia di origine Bmw. I 13 cavalli e i 70 Nm in più si riflettono positivamente sulle prestazioni: la velocità massima incrementata da 222 a 234 km/h e lo scatto da zero a 100 in 6,5 secondi, contro i 7" del modello precedente. Immutato il sistema di trazione, integrale All4 con cambio manuale a sei marce o, in alternativa, automatico (non più a sei, bensì a otto rapporti). Quanto serve per passare con disinvoltura dalla strada alla pista o allo sterrato.

Tanti optional

La maxi-Mini, come è stata soprannominata la Countryman, anche nella versione John Cooper Works rispetta la tradizione della marca nell'offrire tanti accessori di tendenza. Sono di serie i fari a Led e i cerchi da 18", il Park Distance Control e il Comfort Access, la radio Visual Boost con display da 6,5 pollici e il cruise control con funzione freno, ma si pagano a parte le speciali finiture esterne, le sospensioni attive, l'impianto hi-fi di Harman Kardon e altri accessori firmati John Cooper Works, tra cui l'head-up display con la visualizzazione dei parametri di marcia e vari sistemi di assistenza alla guida.

Tag

iPerformance  · Mini  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Seconda generazione del piccolo Suv targato Bmw. La Casa bavarese fa le cose in grande: più spazio e più grinta ma con un occhio all'ambiente

· di Roberto Sposini

E' stata l'ultima vera Mini: concepita nel Regno Unito, ridotta nelle dimensioni ma non nel divertimento di guida. E ancora oggi è un affare

· di Luca Bevagna

Il numero 1 della Casa tedesca anticipa alcuni dettagli sulla strategia di elettrificazione, con molte sorprese da qui al 2021

· di Francesco Paternò

Digitale, a guida autonoma, in condivisione e con meno varianti di carrozzeria. Appunti anglo-tedeschi per il futuro