Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2019 22:58

La smart mobility arriva in porto.

Marina Fanara ·

Si chiama "Locations" e sta per "Low carbon in cruise destination cities": è un progetto finalizzato a ridurre al minimo, nelle città portuali, l'impatto del traffico marittimo di passeggeri e merci su quello urbano. L'iniziativa è finanziata dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale ed è promosso da Area Science Park, ente di ricerca per l'innovazione e le nuove tecnologie, in collaborazione con l'Autorità del sistema portuale adriatico orientale e il supporto del comune di Trieste e della regione Friuli Venezia Giulia.

Fronte del porto

La premessa del progetto è che per un paese come l'Italia il settore portuale, e quello delle crociere in particolare, è strategico per l'intera economia. Stando ai dati, tra l'altro, il comparto è in forte crescita. Secondo il rapporto Speciale crociere di Risposte turismo, per esempio, nel 2015 i passeggeri in transito nei nostri scali, hanno raggiunto gli 11 milioni con un incremento del 6,5% rispetto al 2014.

L'attività portuale, però, impatta pesantemente sulla mobilità urbana e sulla qualità dell'aria, specialmente nei periodi di maggior flusso di imbarco e sbarco dei passeggeri e carico-scarico delle merci per rifornire le navi. Il progetto "Locations" si propone proprio di aiutare le amministrazioni locali a elaborare piani di mobilità ad hoc per evitare traffico, congestione e inquinamento a danno sia dei cittadini che degli stessi turisti.

Un Piano per le città di mare

Al programma aderiscono alcuni paesi europei (oltre all'Italia, Albania, Croazia, Portogallo e Spagna) e, in particolare, sette città portuali: Trieste, Ravenna, Durazzo, Fiume, Zara, Lisbona e Malaga. "La sfida da cogliere", ha spiegato Fabio Tomasi, membro del team di Area scienze park, "è progettare soluzioni di mobilità per passeggeri e merci capace di preservare le risorse naturali, paesaggistiche e culturali dei porti crocieristici in modo da preservare la loro attrattività, ma senza pesare sulla qualità dell'ambiente cittadino e di chi ci vive". Per questo, ha concluso l'esperto: "Il traffico generato dalle crociere va inserito nei Piani urbani della mobilità sostenibile e nei Piani d'azione per l'energia sostenibile delle realtà interessate".

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Il Comune si è aggiudicato le risorse del Governo per un progetto di mobilità sostenibile e integrato di mezzi pubblici a zero emissioni in tutta la città, porto compreso

· di Marina Fanara

Decimo rapporto di Euromobility: la più eco-friendly è Milano, Roma 15esima. Ma quasi la metà delle città monitorate si trovano nel settentrione

· di Marina Fanara

Il Comune ha pubblicato due bandi per coinvolgere le aziende private a incentivare modalità sostenibili. Pronta un'app per il car pooling casa-lavoro