Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2019 16:56

Nuova Micra, ricomincio da cinque.

Enrico Artifoni ·

La missione: tornare nella top ten delle piccole più vendute in Europa. La ricetta: un’auto totalmente nuova, dal pianale ai motori, dalla carrozzeria agli interni. E' la quinta generazione della Nissan Micra, in vendita in Italia dal 16 marzo, da vedere e provare nelle concessionarie della marca nell’ultimo weekend del mese.

Piattaforma condivisa

Grazie all’accattivante design a “ovetto” e a dotazioni all’avanguardia, negli anni ’90 la seconda serie aveva fatto colpo, conquistando in particolare il pubblico femminile. Con le generazioni successive invece, in particolare la quarta fabbricata in India, la citycar giapponese è scivolata verso l’anonimato. Per rilanciarla si è deciso di puntare nuovamente sull’Europa. Sui gusti dei clienti del Vecchio Continente (con buona parte delle indagini condotte in Italia). E sulla qualità costruttiva garantita dagli stabilimenti francesi di Le Mans (per telaio e sospensioni) e Flins (per l’assemblaggio finale) dell’alleato Renault.

Più spaziosa

Un’evoluzione? No, una vera e propria rivoluzione. Rispetto al vecchio modello, la nuova Micra è molto più lunga (di 17 centimetri, per un totale che sfiora i 4 metri), più larga (di quasi 8 centimetri) e più bassa (di 5,5). Diventa quindi un’utilitaria a tutti gli effetti. Più “maschile” nel design che scolpisce le superfici con linee nette. Più spaziosa, grazie all’aumento del passo di 7,5 cm e all’ampliamento delle carreggiate. Ma anche agile e sicura come non mai, perché può contare su un baricentro più basso, uno sterzo migliorato in prontezza di risposta e precisione e numerosi dispositivi di assistenza alla guida, optional o di serie a seconda degli allestimenti.

Sotto il cofano

Cambia tutto anche sotto il cofano, dove la piccola giapponese accoglie al lancio tre motori di origine Renault: il tre cilindri a benzina 1.0 da 73 CV che equipaggia la versione base (offerta a partire da 12.600 euro), lo 0.9 turbo da 90 CV e il Diesel 1.5 dCi con la stessa potenza, tutti associati a un cambio manuale a 5 marce. La nostra preferenza va al turbo-benzina, brillante quanto basta e non troppo assetato rispetto al Diesel, che a parità di equipaggiamento costa 2.100 euro in più.

Car sharing con Micra

Comprare o non comprare? La terza via, esplorata da Nissan proprio con la nuova Micra è l’innovativo sistema di car sharing Get&Go. Bastano 89 euro al mese per “aprire” la piccola giap tramite il proprio smartphone (per ora con Apple Car Play, ma presto anche con Android) e guidarla ogni giorno per un anno, condividendone l’uso con altre tre persone. Il progetto pilota è appena partito in Francia, altri Paesi seguiranno.

Tag

Nissan  · Novità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La best seller nipponica è disponibile in un'inedita versione aspirata 1.0, destinata ai più giovani, con oltre 100 possibili combinazioni tra esterni e interni

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Il numero uno della Casa giapponese al Ces di Las Vegas ha annunciato nuove partnership e rassicurato sulla solidità del rapporto con Daimler