Ultimo aggiornamento  17 settembre 2019 05:10

Usa, l'elettrica sconosciuta.

Patrizia Licata ·

Nel paese dove ferve la ricerca tecnologica anche nel mondo auto ed Elon Musk ha finanziato e poi assunto le redini del produttore più noto di auto elettriche, la Tesla, si potrebbe dare per scontato che tutti sappiano che cosa sia un "electric vehicle" (EV). Invece, il 60% degli americani non sa nemmeno che esista in vendita un'auto elettrica e l'80% non ne ha mai guidato una, come svela un sondaggio realizzato da Altman Vilandrie & Company.

Chi la prova la ama

Non tutti i dati emersi dal sondaggio sono scoraggianti, perché, tra chi negli Stati Uniti ha provato un'auto elettrica, la maggior parte (il 60%) dice di aver avuto un'esperienza di guida positiva. Sull'intero campione, il 3% possiede già un veicolo elettrico e il 10% pensa che la prossima auto che comprerà sarà un'elettrica. Gli americani con reddito alto (100.000 dollari o più all'anno) o molto giovani (25-34 anni) hanno maggiore propensione all'acquisto di un'auto elettrica e l'età conta anche nella preferenza sui brand: gli over 65 comprerebbero una Ford o Volkswagen, chi ha meno di 25 anni vorrebbe un'elettrica Tesla o Mercedes.

Freni all'acquisto

Tuttavia, tra l'interesse per l'auto elettrica e l'acquisto si frappongono tre grandi ostacoli: la mancanza di una rete capillare di colonnine (lo dice l'85% del campione), il prezzo troppo alto del veicolo (83%) e l'incertezza su quanto duri una ricarica (74%). "Il tasso di adozione delle elettriche è basso, ma c'è una domanda latente sul mercato", osserva Moe Kelley di Altman Vilandrie & Company, uno dei curatori dello studio. "L'industria automobilistica deve rendere disponibili più modelli a prezzi più accessibili e cercare modi per far conoscere le auto elettriche e portare gli automobilisti a provarle".

La questione prezzo

Secondo Altman Vilandrie & Company, se ci fossero più auto elettriche a un prezzo non superiore a 35.000 dollari, il mercato riceverebbe una forte spinta. Anche Tesla, che ha annunciato per quest'anno la meno costosa Model 3, genererebbe un tasso di adozione cinque volte più alto che per Model S e Model X se il prezzo fosse quello giusto. Se tutti gli altri produttori immettessero sul mercato modelli meno cari, l'adozione degli EV sarebbe di 24 volte maggiore di quella attuale. I costruttori stanno in realtà andando nella giusta direzione: basti pensare alla Chevy Bolt, 100% elettrica in vendita da dicembre negli Stati Uniti a 37.500 dollari che scendono a 29.000 con gli incentivi statali e federali. La stessa Model 3 dovrebbe partire da circa 35.000 (meno della metà rispetto a Model S o X). Ma per gli esperti occorre fare ancora un ultimo sforzo.

Più entusiasmo, per favore

"Sia le auto elettriche che quelle a guida autonoma sono il futuro del trasporto ma i costruttori devono stimolare nel consumatore più entusiasmo", osserva l'altro curatore dello studio di Altman Vilandrie & Company, Soumen Ganguly. "Le aziende impegnate nello sviluppo di veicoli autonomi sono riuscite molto meglio a generare aspettativa nel pubblico": auto 100% autonome ancora non sono in vendita eppure il 25% degli americani, in un precedente sondaggio Altman Vilandrie & Company, ha detto che le comprerebbe.

Tag

Auto Elettrica  · Elon Musk  · Tesla  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Le quattro città più grandi della costa del Pacifico, San Francisco, Los Angeles, Portland e Seattle, vogliono costituire una mega flotta a batterie da 24 mila veicoli

· di Enrico Artifoni

L'industria automobilistica sembra credere nei veicoli a batteria e annuncia previsioni rosee. Scettici invece i petrolieri che non sembrano preoccupati per il loro business