Ultimo aggiornamento  24 settembre 2018 03:50

Parigi, lotta dura alle auto.

Marina Fanara ·

Anne Hidalgo, sindaca di Parigi, sul suo profilo Facebook e Twitter e in un'intervista al Journal du Dimanche ha sferrato un altro colpo contro le troppe auto in città e l'inquinamento da traffico. Per nulla intimidita dalle polemiche scaturite dalle azioni già avviate per la progressiva pedonalizzazione del centro, tra cui la chiusura alle auto di 3,3 chilometri di superstrada lungo la Senna, ha annunciato il ferreo proposito di "dimezzare le auto in circolazione per recuperare spazi a vantaggio di pedoni, ciclisti e mobilità dolce".

Ridurre l'inquinamento

"Il mezzo privato", ha ribadito la prima cittadina della capitale francese, "è ormai un modo di muoversi arcaico. Meno auto equivale a ridurre drasticamente l'inquinamento. Me ne assumo la responsabilità a beneficio delle generazioni future". In questa battaglia, la sindaca ha svelato le sue prossime mosse che prevedono ulteriori restrizioni al traffico nel cuore della città: una pista ciclabile a doppio senso di marcia lungo rue de Rivoli, trafficatissima via dello shopping che fiancheggia il Louvre, trambus elettrici in entrambe le direzioni sulla riva destra della Senna tra l'Hotel de Ville, che ospita il Comune, e il parco di Saint Cloud e l'interdizione totale ai veicoli a motore di circa un chilometro del lungo Senna che costeggia i giardini di Tuileries.

Più zone pedonali

"La nostra idea", ha aggiunto Anne Hidalgo, "è quella di trasformare gradualmente in zone pedonali gli spazi che oggi in centro sono adibiti al traffico veicolare che resteranno comunque aperti alle auto dei residenti e delle forze dell'ordine, alle ambulanze e ai mezzi per la distribuzione delle merci". Tutti gli altri, invece, turisti compresi, fa intendere la sindaca senza mezzi termini, dovranno adattarsi al cambiamento e abituarsi a muoversi in bici, a piedi o sui mezzi pubblici. Tutta un'altra storia rispetto ai timidi e disarticolati tentativi di diffondere modelli di mobilità più sostenibile adottati nelle nostre città o alle limitazioni al traffico imposte dai sindaci, per lo più nei periodi di emergenza smog.

Tag

Inquinamento  · Parigi  · Smart Mobility  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

La start up di noleggio tra privati punta a espandersi nel car sharing extraurbano: nell'arco di 5 anni, le vetture disponibili saliranno da 6.000 a oltre 10.000

· di Patrizia Licata

La testata satirica Le Gorafi provoca: "Vogliamo un giorno senza due ruote", ipotizzando una festa delle automobili. Ma lo scontro con sindaco e ambientalisti resta vero

· di Marina Fanara

La capitale francese ha inaugurato la prima "autostrada per le biciclette". Rientra in un piano per la mobilità a impatto zero con una rete di piste veloci in tutta la città

· di Paolo Borgognone

Il ministro dell'ambiente Nicolas Hulot ha presentato un piano che prevede lo stop alla vendita delle vetture con motori tradizionali. Incentivi per svecchiare il parco

· di Colin Frisell

Un sito del Comune informerà in modo indipendente i cittadini sulle reali emissioni delle auto nuove prima dell'acquisto. Iniziativa presto anche a Parigi

· di Redazione

La città tedesca, sede anche di Mercedes e Porsche, mette al bando i motori a gasolio: in caso di inquinamento circoleranno solo gli Euro 6

· di Marina Fanara

Sull'esempio della capitale francese, il capoluogo piemontese vara limitazioni al traffico contro l'emergenza inquinamento fino al blocco totale delle diesel

· di Paolo Borgognone

Alla riunione dei sindaci delle 40 metropoli più importanti del mondo, i primi cittadini di Mexico City, Parigi, Madrid e Atene dicono stop ai motori più inquinanti